TOP MENU
CALABRIA IN CIFRE
ITINERARI & TURISMO
GUARDA DOVE SIAMO
LOCALITA'
CASTELLI
CUCINA CALABRESE
MUSEI & ARCHEOLOGIA
MANIFESTAZIONI & EVENTI
NOTIZIE & STAMPA
FOTO
TARANTELLE
DETTI CALABRESI
CULTURA CALABRESE
LINK
CONTATTACI
PUBBLICIZZATI
SEGNALACI UN EVENTO
MANDACI DEI CONSIGLI
LEGGI LA POSTA
AZIENDE
AGRICOLTURA
NEWS DAL MONDO AGRICOLO
BERGAMOTTO
PREZZIARIO REGIONALE
GUIDE L'AGRICOLTURA
IMPARARE A RICONOSCERE GLI ALBERI
PRODOTTI TIPICI
SPORT
NEWS DALLO SPORT
FC MELITESE
RADIO CALABRESI
RADIO STUDIO 95
RADIO MELITO
RADIO TURING 104
RADIO VENERE
STADIO RADIO
GOCHI FREE
TUTTI I GIOCHI DA SCARICARE
GIOCHI FLASH ON LINE
GDR L'ISOLA DEI VIAGGI
TOP FREEWARE
PROGRAMMI FREE
SFONDI PC
SUONERIE CEL FREE
MANUALI
UTILITA'&OPPORTUNITA'
CURRICULUM ON LINE
UNIVESITA' CALABRESI
VARIO
NORME DI PRIMO SOCCORSO
BARZELLETTE
ALLEGATI ALLE MAIL
AFORISMI
FRASI X OGNI OCCASIONE
CARTINE STRADALI
DISEGNI DA COLORARE
PREGHIERE
RUBRICHE NAZIONALI
A COME AMBIENTE
NOTIZIE DAL GOVERNO
GUIDA ALLA NORMATIVA FISCALE
 
HOME
 
Ciotaredde (Sciocchezze)

Le ciotaredde sono dolcetti tipici di Castrovillari, simili ai mostaccioli, preparati in occasione di particolari ricorrenze (matrimoni, battesimi, feste religiose, ecc.). Sull’origine del nome “ciotaredde” non si ha alcuna notizia certa, tuttavia alcuni sostengono che il nome sia legato al modo estremamente semplice di preparare l’impasto (dal termine dialettale ciota=sciocca). In altre località calabresi troviamo diversi tipi di mostaccioli, con o senza il mosto cotto tra cui i “nzuddi” presenti in molti comuni calabresi di costume albanese. Si servono abbinando un vino passito Moscato di Saracena.
Ingredienti per 6 persone:
400 gr. di farina, 50 gr. di gherigli di noci, 150 gr.di mosto cotto, 60 gr. di miele, buccia di limone, zucchero ed albume d’uovo q.b., liquore alla fragola q.b..
Preparazione
Impastate la farina insieme alla buccia grattugiata del limone, alle noci tritate, al miele e al mosto cotto; lavora te bene in modo da formare un impasto morbido ed omogeneo, quindi formate delle strisce di pasta lunghe circa 15 cm. e larghe 5 cm. e appiattitele con il mattarello. Tagliate, poi, la pasta in maniera trasversale in modo da formare tanti rombi regolari, e cuocete in forno (a 180°) per 20 minuti. Lasciate raffreddare i dolcetti, quindi cospargeteli con uno sciroppo di zucchero e albume d’uovo (nnaspru). Fate asciugare per alcuni minuti e deco rate una parte della superficie degli stessi con un velo di liquore alla fragola.
Stupidity
Recipe type: sweet
Ciotaredde is a typical sweet from Castrovillari, similar to mostaccioli, prepared (or special occasions (weddings, btisms, religious festivals, etc) The origins of the name “ciotaredde” are not known for certain but some say that the name connected to the extremely simple method of preparation (from the dialect term ciota=sciocca - stupidity). In many Calabrian towns with Albanian traditions there are different types of mostaccioli, with without cooked must, in which “nzuddi” 5 present. Serve with Moscato wine from Saracena.
Ingredients for 6 people 400g flour, 5 shelled walnuts 150g cooked must (part fermented grape juice), 60g honey, lemon peel, sugar and egg whites, Strawberry liqueur to taste
Method
Kneed the flour with grated lemon peel, grated walnut, honey and must; work together well until a soft mix is f med, then cut the pasta into long strips of around 15cm long and 5cm wide and flatten with a rolling pin. Cut the pasta diagonally to form rhombus pieces and cook in the oven at 180° for 20 mins. Leave to cool and then add a syrup of sugar and egg whites (nnaspru). Leave to set for few mins and decorate the top with a little strawberry liqueur.
I.PS.S.A.R. Castrovillari 156
=> MaKo.biz <=
 
 
Grazie a tutti quelli che fino ad oggi hanno visitato il sito ed hanno dato buoni  consigli per l'ampliamento ed il miglioramento del servizio !
Nta Calabria Copyright 2001 (ntacalabria) Tutti i diritti riservati