Cassano allo Ionio: Inaugurati lavori campo sportivo

Cassano allo Ionio: Inaugurati lavori campo sportivo

Il taglio del nastro ha dato il via al nuovo corso del comunale “Pietro Toscano”. Poco prima della gara Cassano Sybaris – CotroneiCaccuri calendarizzata per le ore 14:30, infatti, sono stati inaugurati il nuovo manto erboso e i relativi lavori di ammodernamento che hanno interessato lo stadio cassanese.

Presenti alla cerimonia il sindaco Gianni Papasso, il presidente del consiglio Lino Notaristefano, la Giunta e i Consiglieri comunali, il vicepresidente del Consiglio provinciale Giancarlo Lamensa (anche in rappresentanza della Presidente Rosaria Succurro), il parroco don Attilio Foscaldi (in rappresentanza del Vescovo don Francesco Savino e che ha benedetto il nuovo terreno di gioco), il vicecomandante della Polizia Locale Marcello Papasso, Rosanna Mortati, addetta alle pubbliche relazioni e in rappresentanza del Cosenza calcio, i Carabinieri della Compagnia di Cassano, tutta la dirigenza del Cassano Sybaris, i vecchi dirigenti, calciatori e tantissimi tifosi.

Nel suo intervento il sindaco ha ricordato come i lavori siano costati circa 100.000 euro di cui circa 82.000 spesi solo per effettuare tutti gli interventi. La grande novità è rappresentata dal rifacimento del terreno di gioco in erbetta naturale. Ma gli interventi voluti dall’amministrazione Papasso non si sono limitati solo al rifacimento del manto erboso del terreno di gioco. «Con i fondi stanziati – ha ricordato il sindaco socialista – abbiamo fatto anche altri lavori. Infatti è stata montata l’erbetta, livellato il campo da calcio, potenziata la struttura migliorando, tra le altre cose, l’illuminazione. Abbiamo dimostrato con i fatti – ha insistito il primo cittadino che non siamo rimasti insensibili alle richieste del presidente Varca, della dirigenza del Cassano Sybaris e, soprattutto, dei tifosi. La collaborazione è proficua e andremo avanti su questa strada».

Dopo il completamento degli interventi di risistemazione del “Pietro Toscano”, dunque, il Cassano Sybaris torna a calcare il rinnovato prato verde in erbetta naturale ma, soprattutto, l’impianto sportivo torna alla città. «A tal proposito vorrei rimarcare – ha detto infine il sindaco – che questo intervento non era mai stato realizzato prima in precedenza ed è merito della mia amministrazione e della nostra maggioranza in consiglio comunale se tutto questo è stato reso possibile. Non è propaganda, oggi abbiamo inaugurato qualcosa che rimarrà nella storia di Cassano anche perché quando si parla di calcio c’è sempre grandissima attenzione. C’è da esserne davvero fieri».

Una notizia accolta con grande soddisfazione sia dai giocatori, che hanno disputato tutto il girone d’andata fuori casa, sia dai tifosi che speravano da sempre di avere un campo sportivo con un terreno di gioco moderno e all’avanguardia. Un risultato che corona l’impegno, oltre che dell’amministrazione e degli uffici comunali, anche dei dirigenti della squadra che si sono spesi negli anni per arrivare a questo risultato.

Proprio i tifosi e gli ultras hanno voluto dire la loro in questa splendida giornata di sport e democrazia partecipata rinfrescando anche il murales nello stadio dedicato a Salvatore Greco, detto “il biondo” per la sua capigliatura angelica, indimenticato giocatore del Cassano-Sybaris scomparso qualche anno fa a causa di un brutto male. A lui tutti hanno voluto dedicare almeno un momento della cerimonia odierna.

Ma il lavoro dell’amministrazione comunale non si ferma qui: è stata già predisposta tutta la documentazione per partecipare al nuovo bando “Sport e periferie” di Sport e Salute (ex Coni) per ampliare ancora di più la struttura e renderà più moderna e funzionale.