MENU
AZIENDE
BERGAMOTTO
CALABRIA IN CIFRE
CONTATTACI
CUCINA CALABRESE
DETTI E CANZONI
PUBBLICIZZATI
GUARDA DOVE SIAMO
LOCALITA'
MANDACI DEI CONSIGLI
MANIFESTAZIONI

MUSEI & ARCHEOLOGIA

NOTIZIE & STAMPA
RADIO CALABRESI
RICETTE
SEGNALACI EVENTO
VARIO
LINK
ITINERARI
 
HOME
 
 
 
 
 
 
La musica etnica calabrese sbarca nell’Est europeo
REGGIO CALABRIA. Dopo Roccella Jazz, il Festival della Tarantella di Caulonia e “Ai confini del Sud” di Locri, manifestazioni musicali finanziate dalla Provincia di Reggio Calabria, la musica etnica lascia i confini territoriali per approdare nell’Europa dell’Est. Giovedì 7 a Budapest, venerdì 8 al Dombos Festival di Kischenegyes, in Serbia, e sabato 9 al Kalàka Folkfestival di Miskolc, in Ungheria, uno degli eventi musicali più importanti dell’Europa dell’Est, i Mattanza saranno testimonial d’eccezione delle potenzialità turistiche dell’intera provincia. L’assessore provinciale al Turismo, Ornella Milella, ha spiegato: “Crediamo da sempre nella possibilità di utilizzare il recupero della musica etnica, obiettivo ottimamente raggiunto da alcuni gruppi locali, per far conoscere le nostre tradizioni e le nostre peculiarità oltre i confini regionali. La promozione turistica, per la quale la Provincia si sta impegnando da tre anni, non è soltanto la pur ottima produzione dei tanti mezzi di comunicazione: una strategia di comunicazione turistica a 360 gradi deve saper coinvolgere ciascuna delle potenzialità reggine, tra le quali la musica tradizionale occupa un posto preminente. Abbiamo accolto - ha aggiunto - con entusiasmo la possibilità di unire all’invito delle organizzazioni internazionali ricevuto dai Mattanza, gruppo di grande spessore musicale, la possibilità di far conoscere più da vicino le nostre offerte turistiche. Il sito turistico provinciale, tradotto in 16 lingue, è già accessibile anche in ungherese: la presenza dei Mattanza sarà il miglior veicolo per divulgarne l’esistenza, in modo capillare, ai ragazzi che giungeranno a Budapest da ogni parte dell’Est Europa”. Il presidente Pietro Fuda ha aggiunto: “Sono stato colpito dalla frase con la quale i Mattanza concludono tutti i concerti, “un popolo senza storia è come un albero senza radici: è destinato a morire”, eccellente sintesi delle fondamenta del nostro programma amministrativo. Sono convinto che Mimmo Martino ed il suo gruppo sapranno rappresentare le nostre tante peculiarità nel migliore dei modi”. Secondo Mimmo Martino, cantante e leader del gruppo, la ricerca delle radici è “la motivazione principale per cui, dal 1976, siamo impegnati nel portare avanti una valorizzazione completa della cultura popolare, attraverso un linguaggio musicale nuovo ed accessibile, non solo per gli addetti ai lavori, con strumentazione prevalentemente acustica”. I Mattanza nascono nel 1997, ma la loro storia ha radici lontane. Fin dalla seconda metà degli anni ‘70 erano state gettate le basi per quello che sarebbe stato il progetto come oggi è conosciuto: un irresistibile crocevia di suoni e liriche che attingono dalla tradizione popolare calabrese con tutta la potenza della saggezza antica, ma con la freschezza di una nuova concezione musicale. Dopo l’uscita di “Razza Marranchina” nel 1997, frutto di esperienze diverse legate alla storia non scritta della Calabria, il gruppo inizia un’intensa attività “live”, dalla quale scaturirà anche il progetto “Cantu da Passioni”. Nel 2003 i Mattanza tornano in studio per produrre “Nesci Suli”, disco/manifesto di altissimo impatto emotivo, summa dell’originalissimo rapporto con la tradizione popolare e la raffinatezza dei suoni e delle composizioni. Due brani di questo lavoro saranno in seguito inseriti nella compilation “Etno 1”, voluta dagli ideatori della fortunata trasmissione radiofonica Rai Radio1 “Demo”. Capaci di performance dal vivo di altissimo spessore, i Mattanza ricevono diversi riconoscimenti, tra cui il Premio Anassilaos 2004 per la musica, già assegnato a Manuel De Sica e Riccardo Muti. Dal 1997 ad oggi sono diverse le reti radiofoniche e televisive che li hanno visti ospiti: oltre alle locali Radio Energie, Telespazio1 e RTV, in trasmissioni Rai come “Linea Verde”, “L’Una Italiana”, “Ambiente Italia”, “Primo Piano”, “Demo”.

giornale di calabria

   
 

 

   
 

 

AZIENDE IN EVIDENZA
 
REGGIO CALABRIA
MELITO PORTO SALVO
INFO & NOTIZIE
 
giochi on-line il nuovo servizio di ntacalabria, in collaborazione conmegghy.com
 
FOTO
PALEARIZA CALENDARIO
  1 - 7 agosto
  8 - 16 agosto
  17 - 21 agosto
   
  Paleavideo 2005 - Bova - 5 agosto 2005 - h. 21.00 – Palazzo Mesiani
  PALEARIZA : FEMMINA FOLK!
UN MESE DI WORLD MUSIC TUTTO AL FEMMINILE
Grazie a tutti quelli che fino ad oggi hanno visitato il sito ed hanno dato buoni  consigli per l'ampliamento ed il miglioramento del servizio !
Nta Calabria Copyright 2001 (ntacalabria) Tutti i diritti riservati 

 

- MaKo -