Tanti auguri a tutti i calabbrisi. Consuntivo satirico 2022

Tanti auguri a tutti i calabbrisi. Consuntivo satirico 2022

Care italiane e cari italiani, ma direi anche cari calabbrisi – non dobbiamo essere razzisti con chi è straniero, jamu! – quello che volge al termine, è stato, un po’ per tutti, un anno trascorso fra luci e ombre. Che, poi, visto quantu ‘rriva ‘i luci, sto rivalutando le ombre. Uttana d’i luci…

2022 e Pandemia

È stato il primo anno in cui, finalmente, abbiamo riacquistato una vita normale, come prima della pandemia. Per esempio, abbiamo ricominciato ad andare presso gli uffici pubblici per sbrigare una qualsiasi pratica ed abbiamo trovato il nostro impiegato esattamente lì dove stava sempre. ‘Ssittàtu ‘o bar!
In questo anno di ritorno alla normalità, è stato nuovamente possibile andare di persona dal proprio medico, rispettare il proprio turno e, dopo dieci minuti, vedere arrivare uno che s’intrufola: “Quantu mi mi fazzu fari na ‘rriggètta…”.
Finalmente, senza mascherina, abbiamo potuto ricominciare a viaggiare, a prendere un treno, un autobus, un mezzo pubblico. Aaah, era ura! E abbiamo potuto respirare a pieni polmoni… Aaah! Focu meu! Dopo ‘ddù anni ‘i pandemia ‘a genti ancora non capiscìu chi s’havi ‘a lavàri? Manchicani! ‘U fattu d’a mascherina, non era fissa…

Tanti addii

Durante questo 2022, la popolazione umana ha raggiunto gli 8 miliardi di individui. Otto miliardi, sì. Com’è possibile chi simu ottu miliardi e jeu ‘ncuntru sempri e sulu storti?
In questo 2022 abbiamo dovuto dire “buon viaggio” a tanti artisti: Nico Fidenco, Angela Lansbury, Irene Fargo, Monica Vitti, Antonio Cripezzi dei Camaleonti, Catherine Spaak, Franco Gatti dei Ricchi e Poveri, Jerry Lee Lewis, Justin Bieber. Come? Non murìu Bieber? Simu sicuri? Ma allora i miei contatti Facebook che hanno pubblicato canzoni di Bieber lo hanno fatto pirchì ‘nci piaci e non pirchì muriu? Ma simu sicuri? Mah…
Anche la regina Elisabetta è passata a miglior vita, dopo uno dei regni più lunghi di sempre. Un regno durato quasi quanto una corsa del treno regionale Reggio Calabria – Roccella Jonica.
Pensate che, quando la regina salì al trono, si stava appena iniziando a parlare del Ponte sullo Stretto di Messina. Beneinformati affermano che, proprio in punto di morte, Queen Elizabeth si sia lasciata andare un’ultima confidenza: “Even the queen needed her neighbor”. Puru ‘a regina eppi bisognu d’a vicina. E se lo dice lei…

Invasione russa in Ucraina

Purtroppo, in questo 2022, a causa dell’invasione russa in Ucraina, abbiamo ricominciato ad usare termini come conflitto, contesa, scontro, belligeranza, lotta armata, ostilità, vendetta, rappresaglia, ricatto. Tutte parole che, invece, fino al febbraio scorso, utilizzavamo per descrivere il rapporto fra suocera e nuora.
È stato l’anno della conferma di Macron in Francia e di Mattarella in Italia, ma anche della vittoria di Giorgia Meloni alle elezioni di settembre.

La politica

Adesso, però, passiamo alla politica: il nuovo governo ha stabilito che, anche in città, sarà possibile sparare ai cinghiali. Quindi, amici belli, facìti attenzioni non mi mangiàti assai durante queste feste. Non ‘nci voli nenti mi vi scambiànnu pi nu cignàli…
Le elezioni in piena estate ed i Mondiali di calcio in inverno. È stato un anno di grandi novità, di grossi cambiamenti. Tranne quello della maglietta verde di Zełenski, sempri ‘a stessa…

A tutti noi auguro un nuovo anno durante il quale possiamo trascorrere quanto più tempo possibile con le persone che vi fanno stare bene.
Il resto è coreografia e… cacamèntu ‘i cazzu.
Buona fine e buon principio a tutti…

di Fortunato Natino Tripodi