Antonimina,  l’avventura continua a Cacciagrande

Antonimina, l’avventura continua a Cacciagrande

APPUNTI DI VIAGGIO:AL VIA LA PRIMA GIORNATA DI ESCURSIONISMO- Nella prima tappa spazio alla valorizzazione e alla riscoperta dell’antico borgo aspromontano alla volta del laghetto Zomaro. Una piacevole passeggiata alla volta del laghetto Zomaro (o lago Crocco) all’interno del Parco Nazionale dell’Aspromonte, lungo sentieri e strade sterrate, è stata la meta della prima tappa dell’attività “Appunti di viaggio” promossa dal progetto “Volare Calabria” finanziato dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, in partenariato con le maggiori reti di volontariato sul piano nazionale, Anteas e Auser.

Mercoledì, alla prima giornata di escursione, hanno partecipato anziani e giovani che attraverso l’Associazione Boschetto Fiorito e all’esperto ambientalista Domenico Pelle, hanno trascorso un pomeriggio tra la natura. Si è dato spazio alla valorizzazione e alla riscoperta dell’antico borgo aspromontano, cogliendo in ogni sua sfaccettatura, le bellezze naturali e storiche.

«Coloro che hanno preso parte alla prima escursione – ha spiegato Domenica Bumbaca, Generatore di Comunità (Ge.Co) per la Calabria – muniti di taccuino, hanno riportato come una sorta di diario segreto, ogni loro sensazione o parola chiave, emerse durante il percorso immersi nella natura, immortalando anche attraverso le tipiche funzioni digitali del proprio cellulare, ogni dettaglio, grazie anche al supporto del videomaker Bernardo Migliaccio Spina e della fotografa Manuela Futia. Ogni emozione espressa in questo diario – ha proseguito – nel corso delle altre due tappe in programma il 26 e il 31 ottobre, sarà trasmessa agli anziani della Clinica Villa Vittoria di Antonimina (protagonisti anche dell’attività “Palestra di Vita” con Cristian e Miriam Pelle), i quali potranno sperimentare questa nuova fase del progetto de “L’arte dello star bene”, conoscendo i luoghi visitati dai partecipanti, mediante la tecnica del racconto. Lo stesso dicasi per gli scatti fotografici, che saranno materiale per l’attività Arte Terapia “La mia vita è un’opera d’arte”, diretta dall’artista Maria Adele Longo. Gli anziani della Clinica Villa Vittoria infatti – ha concluso Domenica Bumbaca – con la maestra d’arte, dopo aver visionato tutta la carrellata di fotografie, dipingeranno il soggetto che più ha destato il loro interesse. Le loro tele poi, saranno esposte e viaggeranno per le Regioni d’Italia. In più, le tre giornate dell’attività “Appunti di viaggio”, saranno oggetto di uno spot promozionale finalizzato a concepire l’invecchiamento attivo, cercando di superare l’apatia a dimostrazione che gli anziani non sono assolutamente un problema ma una risorsa».

Destinazione scelta per l’escursione di mercoledì 26 ottobre, il sentiero “Cacciagrande”, appartenente al territorio comunale di Antonimina , ricadente nel Parco Nazionale d’Aspromonte. Si tratta di un luogo suggestivo (sia dal punto di vista naturalistico che storico) e mistico in cui è nata e vissuta, per un breve periodo, Rosella Staltari  “Serva di Dio”, per la quale  è in corso il processo di beatificazione. Al gruppo escursionistico del 26 ottobre, si aggregherà anche suor Francesca Polimeni, Congregazione Figlie di Maria SS. Corredentrice di Reggio Calabria già presente all’avvio del progetto. Partenza il 26 ottobre alle ore 14:00 dal Circolo Anziani di Locri.