Sibari, traliccio per stazione radio-base a pochi metri da case e scuole

Sibari, traliccio per stazione radio-base a pochi metri da case e scuole

Al sit-in mattutino di protesta dei cittadini c’era anche il capogruppo di “De Magistris Presidente” in Consiglio regionale, che non ha nascosto la sua preoccupazione.

Sibari (CS), Papasso blocca lavori dell’antenna telefonica

Da medico sono preoccupato per la salute dei cittadini di Sibari e dei più piccoli in particolare, che si vedranno a pochi metri dalle loro case e dalla scuola che lì si trova un’antenna radio base, le cui radiazioni sono potenzialmente pericolose per la salute di tutti, maggiormente per i bambini che rientrano tra le fasce più esposte. La salute è un bene prezioso e va difesa con attenzione e rigore da parte delle Istituzioni, ma anche rispettata da chi opera nel settore delle telecomunicazioni. La semplice osservanza dei limiti di legge non rappresenta infatti una garanzia assoluta di innocuità ed è perciò necessario adottare ogni possibile cautela aggiuntiva.

Così il consigliere regionale, Ferdinando Laghi, sulla vicenda che ha visto la cittadinanza di Sibari, frazione di Cassano Jonio, scendere in strada e protestare affinché un mastodontico traliccio non venga impiantato. A pochi metri da esso, infatti, vi sono non solo alcune abitazioni, ma anche parchi giochi e scuole, discriminante che fa aumentare le preoccupazioni di residenti e genitori degli alunni.

Nel frattempo, a seguito del nutrito sit-in dei cittadini, il sindaco di Cassano Jonio ha indetto un’assemblea pubblica proprio a Sibari, per affrontare la spinosa tematica con i cittadini.

“Sono tornato a Sibari, dopo essere stato alla Cittadella Regionale a Catanzaro, perché ho voluto partecipare all’assemblea pubblica indetta dal sindaco Papasso – continua il consigliere Laghi -, per continuare a seguire la vicenda dell’antenna e ho, nell’occasione, dato anche la mia disponibilità per un incontro pubblico per informare sui rischi per la salute legati all’esposizione ai campi elettromagnetici”.

Laghi, che per l’attività svolta da molti anni nell’Associazione Internazionale Medici per l’Ambiente (ISDE) -di cui è stato Presidente internazionale ed è, attualmente, vice-Presidente della sezione italiana – di queste tematiche ben conosce gli aspetti scientifici, ha dimostrato, oggi come diversi anni fa per una analoga vicenda, la sua vicinanza ai cittadini di Sibari, comprendendone le preoccupazioni e la rabbia.

Il sindaco Papasso al termine dell’incontro pubblico, assai partecipato dalla popolazione, ha preso l’impegno di emanare subito un’ordinanza contingibile e urgente per bloccare i lavori del traliccio. “Intanto – conclude Laghi – la mobilitazione popolare ha dato i suoi frutti, trovando nell’Amministrazione di Cassano Jonio, un attento interlocutore”.