Portigliola, benedetta la statua della Madonna di Lourdes

Portigliola, benedetta la statua della Madonna di Lourdes

 

Una piazza in festa a Portigliola nel giorno dell’Immacolata, dove si è svolta la cerimonia di benedizione della statua della Madonna di Lourdes, donata alla cittadinanza (con una iniziativa di vera fede cristiana) dalla famiglia Fortunato Sollazzo che, insieme con il commissario Greco, ha curato l’organizzazione della manifestazione. A scoprire e a benedire la statua di Nostra Signora di Lourdes è stato il Vescovo della Diocesi Locri-Gerace, Mons. Francesco Oliva. L’evento, indetto e coordinato dai commissari prefettizi e dal funzionario di prefettura Sandro Borruto è stato reso ufficiale dal viceprefetto Giovanni Todini, con la partecipazione dei Clubs lions e Rotary del comprensorio e dell’Istituto alberghiero “Dea Persefone” di Locri.

Mirabile l’intervento del viceprefetto vicario Maria Stefania Caracciolo, che, oltre ad aver sottolineato il grande atto di fede da parte dei benefattori soprattutto, ha manifestato il proprio compiacimento per l’iniziativa, mettendo in evidenza l’azione positiva della commissione.
Mons. Oliva ha poi esteso il suo augurio solenne: che possa Nostra Signora di Lourdes pregare per le attività locali e che possano i cittadini dare il loro contributo circa il mantenimento del luogo di ubicazione della sacra immagine.

Ultimata la cerimonia di benedizione della statua, i cittadini presenti si sono sposati all’Istituto comprensivo “De Amicis-Maresca” dove si è proceduto con la consegna delle bandiere al Dirigente scolastico da parte delle autorità prefettizie. Sul calar della sera, a pienare i cuori dei cittadini di atmosfera festiva c’è stata la accensione in strada delle luci natalizie. Rilevante anche la partecipazione l’Unitalsi di Bovalino, la Dirigente scolastica Carmelina Galluzzo, il comandante dell’ufficio marittimo di Siderno Piero Giancola, la viceprefetto Francesca Crea, il responsabile sanitario Giuseppe Mirachi, e i rappresentanti delle forze dell’ordine.