Tag "Dolci"

Cuzzupe, ricette calabresi

Cuzzupe. Tra i tanti dolci che in questi giorni riempiono le tavole dei calabresi troveremo probabilmente, anche la cuzzupa. Un dolce tradizionale che riporta alla mente antichi ricordi. Cuzzupe calabresi

Panricco, ricette Calabresi

Panricco. Questa settimana lo chef Piero Cantore ci propone la ricetta di un dolce. Oggi ci spiegherà come preparare il Panricco. Il Panricco E’ un dolce a base di pane.

Torta al cioccolato fondente con farina di farro

Ultimamente si sente parlare spesso di intolleranze alimentari, un numero sempre più alto di persone infatti soffre di questo problema. Tra i cibi più difficili da digerire sicuramente si pone

Torta Rocher

Per la base:  Fate fondere e raffreddare il burro.  Separate i tuorli dagli albumi.   Montate a neve ben ferma gli albumi con 40 gr di zucchero e mettete da

Buccunotti (Bucconotti)

Bucconotti Recipe type: sweet I bucconotti sono dei gustosi dolci tipici di Mormanno (CS), un piccolo borgo di montagna situato al confine tra ;Calabria e Basilicata, nel cuore del Parco

Turdilli

Insieme alle scalille ed alle chinulille sono dolci tipici natalizi, che dopo essere stati impastati, vengono incavati e rigati su un crivello di vimini o canna. Vengono fritti e poi

Scirubetta (Neve)

Ingredienti Neve fresca, succo di limone, zucchero,mosto cotto,foglioline di menta. Preparazione Si agita la neve oppure del ghiaccio tritato con una spremuta di cedri e dello zucchero o del mosto

Scalille

Sono dolci tipici del periodo natalizio, diffusi in tutta la Calabria, ma principalmente nella provincia di Cosenza. li loro nome è riferito alla particolare forma somigliante a delle scalette. Il

Le Crucette

Il fico dottato di Cosenza è il migliore per fare dolcetti golosi. Le crocette sono 4 fichi semplicemente essiccati e incrociati farciti con la mandorla. Molto rinomati sono anche “i

Ciotaredde (Sciocchezze)

Le ciotaredde sono dolcetti tipici di Castrovillari, simili ai mostaccioli, preparati in occasione di particolari ricorrenze (matrimoni, battesimi, feste religiose, ecc.). Sull’origine del nome “ciotaredde” non si ha alcuna notizia