Csi Reggio Calabria, al via la coppa Calabria di calcio a 5 femminile “1° Trofeo Banca Generali”

Csi Reggio Calabria, al via la coppa Calabria di calcio a 5 femminile “1° Trofeo Banca Generali”

presentazione campionato femminile csi

presentazione campionato femminile csi

Dopo lo strepitoso successo del campionato nazionale di calcio a 5 femminile fase provinciale, con ventidue società sportive coinvolte, ritorna dal 10 di Aprile, l’appuntamento con la Coppa Calabria e la Super Coppa Csi. Quest’anno la manifestazione è supportata da un partner autorevole come Banca Generali.

Sono ben 26  le società che si affronteranno nelle due competizioni. Si fronteggeranno tante realtà diverse del nostro Territorio. Saranno coinvolti oltre 15 comuni della Provincia di Reggio Calabria. «Per il nostro comitato quest’anno – sottolinea il Presidente Provinciale Paolo Cicciù – il  calcio  a 5 femminile  rappresenta il fiore all’occhiello delle nostre attività: queste ragazze sono un detonatore alla sfiducia: basta guardare con quale entusiasmo scendono in campo, affrontano la gara e accettano il risultato».

La qualità del nostro progetto non è espressa solo dai numeri, ma dai successi confortanti che le società reggine mietono fuori dai confini provinciali. Basti pensare che la stagione orsono l’ASDF Melitese è stata incoronata campione regionale di categoria e lo Sporting Locri si è classificato 6° posto nel torneo nazionale Csi di Gubbio. In questi sei mesi di attività (ad ottobre è partito il campionato nazionale calcio a 5 femminile diviso nelle due serie: A e B)  si sono fronteggiate oltre 400 atlete e sono state disputate quasi 170 gare.

Dalla seconda metà di aprile spazio alle finali play off scudetto, le finali promozione e, nel mese di maggio, le finali provinciali di categoria. La prima settimana di giugno spazio si terranno le finali interregionali Calabria – Sicilia. In palio un posto per le finali nazionali Csi di luglio.  È indubbio – afferma la referente Csi del calcio a 5 femminile, nonché consigliere provinciale,  Clementina Tripodi  – che alcune formazioni possano puntare in alto, anche oltre i limiti regionali. Credo che il lavoro profuso dai mister delle ragazze, per la maggior parte tutta gente qualificata ed esperta, dia frutto e vedremo delle partite veramente emozionanti».

«Siamo riusciti ad addentrarci in realtà – spiega Clementina Tripodi  – che spesso vengono etichettate come “chiuse”, ostiche. Abbiamo l’intenzione di sfatare il mito della donna calabra, spesso relegata agli ultimi posti della società. Non è così, tutti lo sappiamo, ma attraverso lo sport vogliamo dimostrarlo ancora una volta. In questa direzione, grande successo sta riscuotendo il campionato di calcio a 5 under 17 partito nelle scorse settimane».

Il campionato nazionale femminile di calcio a 5 promosso dal Csi i è il più importante, sia in termini di numero che di prestigio, dell’intero Sud Italia. «Il Csi non ha rivali perché promuove prima lo sportivo e poi l’interesse nello sport, coniugando i valori tecnici, la capacità organizzativa e la continua ricerca – hanno dichiarato i responsabili del comitato –  di valori spesso assenti  nello sport calabrese. La strada maestra è stata tracciata e la consueta sensibilità femminile ha permesso di scrivere delle importanti pagine “rosa” e permetterà di scriverne ancora molte.

Tutte col marchio “d’affidabilità” Csi». Compagno  di viaggio del Csi in questa splendida avventura anche il Coni, con in testa il presidente provinciale Giovanni Filocamo e il presidente regionale Mimmo Praticò. «Abbiamo scommesso tanto – sottolinea Paolo Cicciù – su quest’attività, ma ad ogni evento, ad ogni partita direi, non manca mai un riscontro positivo di questo “investimento” umano e professionale in cui tutto il comitato si è speso. Il Csi è orgoglioso del movimento femminile di penta calcio perché riesce ancora a rappresentare a pieno la grande sete di sport che c’è in questa terra, oltre i giri di business e di malaffare che troppe volte imbavagliano il calcio maschile.

Ringrazio gli arbitri Csi, i dirigenti e la referente del campionato Clementina Tripodi  per la professionalità e umanità che hanno saputo mettere in campo in questi mesi. In qualità di componente di Giunta Coni e per il mio ruolo  all’interno del consiglio nazionale Csi, sulla base dell’esperienza vincente del penta calcio femminile  reggino, proporrò Reggio Calabria come location per le Finali Nazionali di calcio a 5 Femminile del 2012».

Maria Cristina Condello

Maria Cristina Condello ha conseguito la laurea Magistrale in "Informazione, Editoria e Giornalismo" presso L'Università degli Studi Roma Tre. Nel 2015 ha conseguito il Master di Secondo Livello in "Sviluppo Applicazioni Web, Mobile e Social Media". Dal 2016 è Direttore Responsabile della testata giornalistica ntacalabria.it

Multimag Comments

We love comments
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Your data will be safe! Your e-mail address will not be published. Also other data will not be shared with third person. Required fields marked as *