Csi Rc, S. Maria della Candelora A – S. Caterina A  4 – 1

Csi Rc, S. Maria della Candelora A – S. Caterina A 4 – 1

candelora_a

I ragazzi della squadra A della Parrocchia S. Maria della Candelora, dopo la sconfitta immeritata contro la Cattolica, scendono in campo con spirito diverso, pronti a “combattere” contro l’avversario di turno, i ragazzi della squadra A della Parrocchia di S. Caterina, e determinati a portare a casa i tre punti della vittoria.Partita combattuta sin dai primi minuti dopo il fischio iniziale. La squadra di casa studia bene gli avversari e con schemi tattici fa girare palla in difesa e in attacco come se in campo non ci fosse nessuno se non i giocatori in maglia bianco-rossa. Vedere la palla che passa velocemente da un compagno ad un altro senza sbavature e interferenze avversarie è uno spettacolo. Meraviglia che si concretizza al 4° minuto di gioco, quando Barreca D. con un gran tiro in diagonale insacca all’incrocio dei pali della porta del S. Caterina A.

Gioia sugli spalti e palla al centro.

Gli animi cominciano a scaldarsi, ma la Candelora A non perde la concentrazione, e al 15° raddoppia con Periti D. dopo un’azione ben costruita.

Siamo al 20°  del primo tempo, il S. Caterina A attacca senza ottenere buoni risultati, ma riesce ad ottenere una punizione a pochi metri dalla porta della Candelora. Punizione battuta malamente sul difensore della Candelora A, D’ Ascola  G. che prontamente serve Barreca D. , il quale approfittando della situazione di contropiede, salta l’ultimo difensore e serve il compagno di squadra, Periti D. , che da solo davanti al portiere insacca il gol del 3-0.

Al 23°  piccola incomprensione tra i giocatori della Candelora A che commettono un fallo nella propria area di rigore. Estrema punizione a favore del S. Caterina. Sul dischetto si porta il numero 11 Maffei G. ma l’estremo difensore “Candeloriano”, Polimeni A. ,  chiude la propria porta e para un rigore calciato abbastanza bene.

Il primo tempo si chiude con il risultato di 3 – 0 per la squadra di casa, un gioco pulito da parte delle due formazioni non ha stancato il pubblico accorso per questo derby “territoriale”.

Il secondo tempo vede il S. Caterina attaccare a testa bassa. Al 3° minuto la squadra ospite è arrivata in porta già parecchie volte, ma ora le parate di Polimeni,in giornata si, ora i tiri di poco fuori non cambiano il risultato. Time Out per la Candelora al 7° minuto. Mister La Camera nota che la propria squadra si sta deconcentrando e la partita è ancora lunga.

Si ritorna in campo. Periti D. , al 7° minuto si smarca dei due difensori e per ben due volte tenta il tiro in porta, respinto dal portiere del S. Caterina A, Morabito A.

Al 9° minuto, D’Ascola G. tira alto sopra la traversa dopo aver ricevuto un passaggio smarcante da parte di Barreca D.

La svolta della partita avviene al 10°, quando il numero 11 del S. Caterina A, Maffei G. , viene espulso dal direttore di gara. Gli animi si infuocano e da una parte e dall’altra. Al 13° il S. Caterina accorcia le distanze grazie al gol sotto porta del numero 2 Ferrara A.

Ma passano solo 50 secondi e la Candelora A si riporta avanti grazie ad un’ azione magistrale di Barreca D. che serve la palla del 4-1 a Periti D., il quale segna nel proprio score personale una magnifica tripletta.

Il risultato non si sbloccherà più, ma per dovere di cronaca, ricordiamo a quanti ci leggono, che al 16° il  S. Caterina A segna un gol, annullato perché realizzato su entrata in scivolata da parte dell’attaccante ospite; e al 17° tiro libero per il S. Caterina A, che però finisce fuori.

Partita abbastanza pulita, entrambe le squadre hanno mostrato un giuoco incisivo e corretto. Festa a fine gara per i tifosi della Candelora A che vedono i propri beniamini risalire, poco alla volta, la classifica. Amarezza negli spogliati del S. Caterina A.

Addetto stampa Candelora

Francesco Iriti

Storico Direttore di www.ntacalabria.it, é giornalista pubblicista dal 2008. Lureato in Scienze della comunicazione, ha di recente pubblicato il libro " E' un mondo difficile". Ecco il link per acquistarlo http://amzn.to/2lohl4U. Lavora anche come Digital Content

Multimag Comments

We love comments
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Your data will be safe! Your e-mail address will not be published. Also other data will not be shared with third person. Required fields marked as *