Sant’Ilario dello Ionio (RC), taglio ai contributi rurali. Il sindaco Brizzi: “Intervenga Scopelliti”

Sant’Ilario dello Ionio (RC), taglio ai contributi rurali. Il sindaco Brizzi: “Intervenga Scopelliti”

sindaco_brizzi

sindaco_brizzi

<<L’assessorato regionale all’agricoltura si appresta ad effettuare un’iniqua manovra nei confronti dei comuni destinatari di contributi per interventi di infrastrutturazione rurale sul territorio, privandoli del fondo Iva e, di fatto, riducendo le già esigue risorse che gli erano state assegnate attraverso fondi comunitari. Perciò chiediamo l’intervento del presidente Scopelliti affinché gli impegni presi dalla regione Calabria siano mantenuti>>.
Così il sindaco di S. Ilario dello Ionio Pasquale Brizzi, facendosi promotore di un’iniziativa che coinvolge l’intero territorio della provincia di Reggio Calabria, denuncia il taglio ai contributi, che riguarda molti comuni del comprensorio, e si appella al governatore regionale perché impedisca di fatto tale decurtazione.
In una dettagliata missiva, firmata anche dai sindaci di Africo, Agnana, Ardore, Antonimia, San Giovanni di Gerace, Portigliola, Gioiosa Ionica, Locri, Gioiosa Marina, Mammola, Bovalino, Ferruzzano, San Luca, Pazzano, e dal presidente dalla comunità Montana Aspromonte orientale–Bovalino e inviata stamane a Giuseppe Scopelliti, i primi cittadini della Locride, a due settimane dall’incontro con il presidente, chiedono quindi attenzione per il territorio.
Era stata proprio la regione Calabria, appena pochi mesi orsono, con delibera n. 696 del 29 ottobre 2010 a costituire l’apposito “fondo Iva”, alimentato da risorse rinvenienti da economie realizzatesi nelle more, con cui si consentiva agli enti destinatari dei suddetti contributi di poter far fronte al pagamento dell’Iva, con concessa invece dal contributo comunitario.
<<Questo incredibile dietro front dell’assessorato regionale non è spiegabile né giustificabile – continua Brizzi – I comuni interessati hanno già da tempo predisposto i progetti di intervento sui rispettivi territori, proprio in base a quella delibera che aveva dato fiato alle risorse e che ora viene di fatto annullata. Una decisione incomprensibile che andrebbe a mortificare le legittime aspettative dei comuni calabresi che proprio nei provvedimenti della regione avevano trovato conforto e incentivo per incidere sul territorio con la realizzazione di nuove infrastrutture. Il nostro territorio ha bisogno di interventi che aiutino lo sviluppo e non di provvedimenti privi di motivazione. Abbiamo bisogno che gli impegni presi vengano mantenuti>>.

Maria Cristina Condello

Maria Cristina Condello ha conseguito la laurea Magistrale in "Informazione, Editoria e Giornalismo" presso L'Università degli Studi Roma Tre. Nel 2015 ha conseguito il Master di Secondo Livello in "Sviluppo Applicazioni Web, Mobile e Social Media". Dal 2016 è Direttore Responsabile della testata giornalistica ntacalabria.it

Multimag Comments

We love comments
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Your data will be safe! Your e-mail address will not be published. Also other data will not be shared with third person. Required fields marked as *