San Pantaleone (RC), Russo sulla strada provinciale

San Pantaleone (RC), Russo sulla strada provinciale

Bernardo Russo

di Francesco Iriti

«Vorrei rassicurare tutte le persone che quotidianamente transitano sulla strada provinciale Ponte San Nicola – San Pantaleone circa lo stato dei lavori di competenza dell’amministrazione provinciale, in parte già realizzati, ed in parte di imminente realizzazione». Il consigliere provinciale Bernardo Russo si rivolge ai cittadini laurentini informandoli sulla reale situazione della ormai nota San Nicola-San Pantaleone, per i vari disagi di dissesto idrogeologico della rete viari. Molti sono i cedimenti strutturali presenti lungo il percorso che hanno da tempo creato non pochi problemi agli automobilisti.

«Come è ampiamente noto, la stessa via di comunicazione, inoltre, è l’unica via di accesso ad una frazione piccola e dinamica come San Pantaleone e da essa, ogni giorno, transitano numerosi lavoratori e studenti».

Russo scende nello specifico dei lavori per la messa in sicurezza «iniziati da circa un anno che stanno seguendo la logica della priorità. Un primo intervento è stato già realizzato ed ha risolto, in maniera definitiva, il dissesto che si verificava annualmente in alcuni punti, bloccando il movimento franoso proprio all’inizio del centro abitato».
Il problema, tuttavia, è vasto e «gli altri tratti verranno presto messi in sicurezza e normalizzati. Sono stati già effettuati i sopralluoghi, sono in corso di esecuzioni i progetti e tra qualche mese dovrebbero essere eseguiti – continua Russo – anche i restanti lavori in quanto sono state stanziati circa 900 mila euro per eseguire queste opere».

Tra le opere imminenti vi sarà «la pulizia e la messa in sicurezza delle cunette e dei tombini – ha aggiunto – che tanti problemi hanno creato fino a oggi».
«L’intento è quello di offrire presto una strada sicura e percorribile con l’augurio che gli oltre duemila visitatori – conclude il consigliere provinciale – della recente edizione del presepe vivente in contrada Gurnaradini, possano moltiplicarsi nelle successive rappresentazioni».

Multimag Comments

We love comments
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Your data will be safe! Your e-mail address will not be published. Also other data will not be shared with third person. Required fields marked as *