San Lorenzo (Rc), le novità dell’amministrazione Sapone

Cinque gli assessori eletti durante il primo consiglio comunale del Sapone Bis tenutosi nella giornata di ieri nella sala comunale di Palazzo Rossi a San Lorenzo. Dopo l’approvazione all’unanimità del primo punto all’ordine del giorno riguardante l’ “Esame delle condizioni di eleggibilità e compatibilità del sindaco eletto direttamente e dei consiglieri comunali”, il primo cittadino ha espresso il proprio giuramento. Molto attesa la questione dell’elezione degli assessori che si è snodata tra qualche conferma ed altrettante novità. Carmelo Upennini ha ricevuto la carica di assessore e di vice sindaco mentre Santo Spataro, Antonino Mafrici e Domenico Pannuti sono gli altri assessori. A sorpresa è stata eletta Carmela Iacopino in qualità di assessore esterno. Una scelta spiegata dalla stessa amministrazione ed in particolare da Giuseppe Floccari, vice sindaco della precedente giunta, che con commozione ha voluto tirarsi “fuori” dalle cariche “non per questioni di divergenze o di rottura, ma anzi è tutto il contrario”. Floccari ha spiegato la sua decisione che si racchiude in due motivi principali quali “il fatto di dare un senso ai freddi numeri riscontrati durante le elezioni e per gratificare una ragazza come Carmela Iacopino che si è spesa in prima persona in questa avventura nonostante il riscontro dei voti non l’abbia premiata in un primo momento”. Floccari ha anche toccato alcuni punti che hanno portato alla risposta Bernardo Russo, dell’opposizione, che ha ruotato su vari problemi del territorio. Una discussione che si è concluda con uno scambio di battute con lo stesso ex vice sindaco sulla questione dei “ritardi” della costruzione dello svincolo a San Lorenzo Marina. In precedenza si era assistiti all’intervento signorile di Palmino Mangiola, antagonista di Sapone durante la campagna elettorale, che ha rivolto “un augurio alle donne che sono entrate in consiglio comunale vestendo di rosa il comune di San Lorenzo. Noi faremo un’opposizione costruttiva non escludendo, – ha aggiunto Mangiola – qualora dovessero verificarsi le condizioni di fattibilità, una sinergia con la maggioranza su alcuni punti che avevamo individuato nel nostro programma politico”.

Il secondo punto si è concluso con la lettura da parte di Sapone degli indizi generali di governo. Approvato all’unanimità anche il terzo punto all’ordine del giorno inerente la scelta del nuovo presidente del consiglio. Emilia Cannizzaro prende, quindi, il posto di Santo Spataro rafforzando la presenza delle donne in seno alle cariche comunali. Un risultato reso ancora più rilevante dall’elezione di Caterina Meduri che insieme a Carmelo Domenico Iacopino e Giuseppe Andrea Nucera sono diventati i membri effettivi della commissione elettorale mentre Annunziato Pannuti, Danilo Romeo e Antonio Mangiola  saranno i membri supplenti. La votazione per i membri effettivi è stata dovuta ripetere due volte in quanto nella prima tornata, la Meduri non ha aveva raggiunto le tre preferenze, minimo richiesto dalla legge. Intanto indiscrezioni danno Giuditta Manglaviti come possibile candidata a ricoprire il ruolo di capogruppo di minoranza.

Francesco Iriti

Storico Direttore di www.ntacalabria.it, é giornalista pubblicista dal 2008. Lureato in Scienze della comunicazione, ha di recente pubblicato il libro " E' un mondo difficile". Ecco il link per acquistarlo http://amzn.to/2lohl4U. Lavora anche come Digital Content

Multimag Comments

We love comments
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Your data will be safe! Your e-mail address will not be published. Also other data will not be shared with third person. Required fields marked as *