Salvataggio di tartaruga marina a largo di Capo Bruzzano

Salvataggio di tartaruga marina a largo di Capo Bruzzano

Un esemplare di Tartaruga Caretta caretta è  stata recuperata oggi a circa due miglia e mezzo dalla costa di Capo Bruzzano dal team del Centro Studi e Ricerca Ambiente Marino in navigazione per il monitoraggio del delfino Tursiope, nel tratto di costa tra Brancaleone e Botricello. Recuperato l’animale, la dottoressa Maria assunta Menniti Biola (Direttore scientifico del CESRAM), la Dottoressa Vincenza Suraci (Biologa ed Ecologia marina) ed il capitano dell’imbarcazione Paolo Palladino (Presidente anche dell’associazione ambientale AISA) insieme alla volontaria Alessandra Crescini hanno immediatamente provvedendo all’eliminazione della lenza e della guaina in plastica avvolte intorno a collo e natatoie sinistre dell’esemplare.

Durante il recupero è stata prontamente avvertita la Guardia Costiera che ha dato indicazioni per far arrivare l’esemplare al porto di Roccella Ionica, dove a prendersene cura sarà il Centro Recupero Tartarughe marine di Montepaone che provvederà all’operazione già questa notte per la rimozione dei corpi estranei nell’animale.

Seguiranno aggiornamenti…

Carmine Verduci

Nato a Brancaleone nel 1984, ha frequentato l'istituto d'arte di Locri. Artista e scrittore, ama la musica, la natura, la fotografia, la storia delle leggende Calabresi e dell'archeologia. Si occupa di divulgazione e promozione culturale dell'area grecanica e locridea, attraverso l'organizzazione di eventi culturali nella propria città e sul territorio.