Reggina, pari in casa col Novara

Reggina, pari in casa col Novara

reggina-juve stabia 3-1

reggina

Poteva e doveva essere una vittoria, invece è arrivato un amaro pareggio, che non consola la Reggina, mai arrendevole in campo. Un pareggio che non rispecchia realmente ciò che è accaduto per i 90 minuti. Il Novara ha contenuto il vantaggio acquisito con un autogol fortuito mentre la Reggina, nonostante le diversi occasioni, è riuscita solo a finalizzare un gol. Merito del portiere avversario Kosicky e demerito di alcuni elementi rei di un pò di imprecisione sotto porta.

Atzori riscopre le origini, impostando la squadra secondo i canoni del modulo tradizionale. Ritorna in porta Benassi, recuperato a pieno dopo l’infortunio di trapani. Ipsa affianca in difesa gli atri due colleghi Adejo e Lucioni. Sulle fasce Maicon e Foglio sono un moto perpetuo, mentre a centrocampo il ragionatore Colucci è aiutato da due recupera palloni come Strasser e il giovanissimo Dall’Oglio. Quest’ultimo, in fase di non possesso, limita le giocate al regista avversario Buzzegoli. In attacco Cocco e Di Michele dal primo minuto. Le due compagini per venti minuti si squadrano tatticamente, con la Reggina che spinge sulle fasce, ma i cross di Foglio risultano poco precisi, causa l’erba alta, mentre Maicon impegna il portiere avversario che devia sul palo. Finchè un innocuo cross di Gonzales è deviato di testa da Colucci, dando al pallone uno strano effetto che, cogliendo leggermente avanzato Benassi, entra in porta per il più occasionale degli autogol. I reggini non si demoralizzano e si precipitano in area avversaria, sfiorando il pareggio con tiri di Cocco e Dell’Oglio, ma il portiere nega la gioia agli amaranto. La reggina insiste, sospinta da un Di Michele superbo, che delizia la platea con i suoi assist e le sue giocate, confermando di essere di una categoria superiore. Al ritorno in campo gli amaranto non abbandonano l’area avversaria. Si rendono ancora pericolosi con Maicon, Gerardi e l’indomito Di Michele, ma il portiere è in giornata di grazia. Allora Atzori tenta la quarta punta, Fischnaller per Maicon, che si posiziona a destra. Su un tiro dalla sinistra di Foglio, il portiere fino a quel momento impeccabile, compie un’ingenuità deviando il pallone sui piedi del nuovo entrato Fischnaller che segna il suo secondo gol con la Reggina. Il Novara arretra, limita i danni, perché gli amaranto sfiorano ancora il gol con Cocco e Gerardi. C’è il tempo per il debuttante Contessa che entra per uno stremato Di Michele, che, sistemandosi alle spalle di Foglio, nel finale sfiora il palo con un tiro dalla distanza. L’ex Comi, isolato dai compagni e limitato dagli ex colleghi, dimostra la sua presenza in campo a 5 minuti dal termine, con un colpo di testa di poco a lato. Al fischio finale gli amaranto tornato negli spogliatoi con l’amaro in bocca. Il carattere e la determinazione non mancano a questa squadra, ma un po’ di fortuna e organizzazione non guasterebbero.

Angelo P.

 

Multimag Comments

We love comments
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Your data will be safe! Your e-mail address will not be published. Also other data will not be shared with third person. Required fields marked as *