Quota 100 Reggio Calabria, è boom

Quota 100 Reggio Calabria, è boom

Quota 100 Reggio Calabria. Una pioggia di domande per accedere alla pensione anticipata usando la cosiddetta “Quota 100”. Lo ha reso noto il Patronato Acli di Reggio Calabria.

Pensioni Quota 100

Alla «pensione quota 100» è possibile accedere al raggiungimento – nel periodo compreso fra il 2019 e il 2021 – di un’età anagrafica non inferiore a 62 anni e di un’anzianità contributiva non inferiore a 38 anni.

Una possibilità che ha portato molti lavoratori a verificare la propria situazione negli uffici del Patronato Acli di Reggio Calabria. Numerose anche le richieste arrivate per l’Opzione donna, pensione anticipata per lavori usuranti e APe sociale.

Quota 100 Reggio Calabria – I dati

Secondo gli ultimi dati l’attività dell’ente appare quasi triplicata rispetto agli stessi mesi del 2018, un aumento che era previsto nei mesi precedenti all’approvazione del “Decretone”. La trasformazione in legge ha quindi permesso di smaltire in maniera ordinata e puntuale i carichi di appuntamenti in tutte le sedi.

I richiedenti di Quota 100 provengono per la maggior parte dal Pubblico impiego. Ed in particolare dalla scuola e dagli enti territoriali. Per la scuola si segnala una netta percentuale di donne, l’80% circa.

Nel dettaglio, la richiesta e l’attivazione di quota 100 ha riguardato per il settore privato, in buona parte (circa il 70%) lavoratori di sesso maschile che hanno una carriera contributiva più continua e lineare.

Si prevede nelle prossime settimane una crescita delle richieste.

 

Leggi anche: Pensioni Quota 100. Domande Scuola