Polistena, qual è il futuro della sanità calabrese?

Polistena, qual è il futuro della sanità calabrese?

Il primo cittadino di Polistena, Michele Tripodi, con la sua partecipazione al programma di Retequattro “Quinta Colonna” ha permesso di mettere in luce i problemi che riguardano la sanità in Calabria,in particolare della sua città, e di dare il via alla manifestazione popolare prevista per giorno 24 Ottobre.

Il sindaco ha denunciato la volontà di chiusura dell’ospedale cittadino “si sono inventati con un decreto del commissario ing. Massimo Scura di costruire un nuovo ospedale, fotocopia di quello di Polistena, a Palmi, a trenta km, ma che ancora non esiste […] stranamente sono stati bloccati, dalla Regione prima e dal commissario Scura poi, i nove milioni e mezzo di euro già deliberati dall’Asp per la messa in sicurezza e la ristrutturazione dell’ospedale di Polistena”.

Durante la trasmissione è intervenuto telefonicamente anche il Presidente della Provincia di Reggio Calabria, Giuseppe Raffa, ribadendo che “Il vero nodo per la sanità reggina è legato ad un generale processo di desertificazione dei servizi sanitari essenziali che, oltre Polistena, riguarda anche Locri, Melito Porto Salvo, Scilla e altri centri del reggino.”
Raffa ha poi continuato: “ritengo che sia necessario potenziare le strutture ospedaliere territoriali e garantire un diritto alla salute che oggi appare una mera enunciazione di principio”.

Con la discesa in piazza del 24 Ottobre, il Sindaco di Polistena vuole chiedere le dimissioni del commissario Massimo Scura.

Multimag Comments

We love comments
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Your data will be safe! Your e-mail address will not be published. Also other data will not be shared with third person. Required fields marked as *