Minacce Sindaco Caterina Belcastro, arriva la solidarietà

Minacce Sindaco Caterina Belcastro, arriva la solidarietà

Nel mirino di nuove minacce anche il Sindaco Caterina Belcastro e la sua Amministrazione. Al Municipio di Caulonia è giunta una lettera che conteneva esplicite minacce di morte. Sulla vicenda indagano i carabinieri della locale stazione.

La Cgil di Reggio – Locri vicina al Sindaco Caterina Belcastro

La Cgil di Reggio Calabria – Locri è vicina al sindaco di Caulonia, Caterina Belcastro, ed a tutta l’Amministrazione del Comune.

Così scrive in una nota, Gregorio Pititto, Segretario della Cgil di Reggio – Locri: “Il vile gesto di cui sono stati destinatari gli amministratori del Comune della Locride, di certo non intimidirà chi, come Caterina, crede nell’impegno civico come servizio a beneficio della gente. La sua storia personale parla chiaro; per questo sono certo che il sindaco Belcastro proseguirà nel suo impegno con la solita determinazione.
Da parte della Cgil esprimo totale sostegno e solidarietà. Inoltre esprimo anche fiducia nell’operato della magistratura e delle forze dell’ordine. Di certo assicureranno alla giustizia gli autori di quello che è un atto contro l’intera popolazione di Caulonia”.

Il Sindaco di Siderno Pietro Fuda, vicino alla collega di Caulonia Caterina Belcastro

Anche il Sindaco Pietro Fuda esprime solidarietà al Primo Cittadino di Caulonia, Caterina Belcastro.

In una nota fa sapere: “Solidarietà fraterna e preoccupata al sindaco di Caulonia per le minacce subite. Un oltraggio contro uno dei più importanti centri della Locride, contro la voglia di rinascita e di riscatto. Siderno, condanna in modo robusto il vile atto contro Caterina Belcastro. È inutile – lo sappiano i miserabili – la lotta contro il crimine condotta in modo encomiabile dalla Magistratura e dalle Forze dell’Ordine, oramai si vede e si tocca con mano. L’amministrazione di Siderno e Pietro Fuda sono al suo fianco nella battaglia di ogni giorno. Ma soprattutto nella resistenza contro i rapaci che agiscono nel buio e offendono la nostra gente”.

Multimag Comments

We love comments
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Your data will be safe! Your e-mail address will not be published. Also other data will not be shared with third person. Required fields marked as *