Incidente alla rotatoria di Pellaro Lume

Incidente alla rotatoria di Pellaro Lume

Reggio Calabria. Ancora un incidente alla rotatoria di Pellaro Lume. Vincenzo Crea (ANCADIC): “Necessario prendere qualche provvedimento”.

Di seguito la segnalazione di Vincenzo CREA – Referente unico dell’ANCADIC e Responsabile del Comitato spontaneo “Torrente Oliveto”.

Incidente alla rotatoria di Pellaro Lume, i dettagli

“L’ennesimo incidente stradale – scrive Crea – si è registrato in data imprecisata alla rotatoria di Pellaro Lume. La dinamica è sovrapponibile a quella descritta nei precedenti sinistri verificatisi anche alla rotatoria di Pellaro Coca Cola. I numerosi ed evidenti segni lasciati dagli pneumatici sull’asfalto sull’opera triangolare e sulla rotatoria dicono che un veicolo che marciava da Reggio verso Melito giunto nella rotatoria ha proseguito dritto. Non bisogna soffermarsi sui numerosi incidenti segnalati dalla scrivente associazione una volta a conoscenza, ma anche su quelli che passano inosservati di cui si ha notizia a distanza di tempo col passa parola ed è difficile documentarli. Ad ogni modo l’incidente di cui trattasi fa seguito a una lunga serie di eventi i quali, nonostante siano causati forse nella maggior parte dei casi da una guida scorretta, denunciano tuttavia l’esigenza di intervento a ridurre il livello di pericolo della strada”.

Le conclusioni di Crea

“Va ricordato che come ci ha comunicato l’ANAS la rotatoria è stata realizzata fuori asse della strada statale 106. E precisamente disassata verso valle in direzione RC-TA. E’ evidente il pericoloso disallineamento.

Pericolosità aggiunta – a nostro avviso – dalla presenza di un vecchio fabbricato che ostacola la visuale ai veicoli che vengono da Melito e a quelli che scendono da via Lume. Quanto riferito dall’ANAS è inammissibile. E non appare giustificabile avere realizzato l’opera pubblica non a regola dell’arte di legge”.

Leggi anche: Incidente a Mammola (RC), sei feriti

Leggi anche: Incidente a Briatico, morto un ciclista