Giuseppe Pollifrone salva un bambino a Bianco

Giuseppe Pollifrone salva un bambino a Bianco

Il capo nucleo Rangers d’Italia Giuseppe Pollifrone è stato protagonista di un’azione di salvataggio nei confronti di un bimbo straniero di circa 4 anni che era in compagnia della madre. Il bimbo all’ arrivo di Pollifrone era accasciato per terra e non riusciva a respirare, subito il Rangers rendendosi conto della gravità della situazione ha iniziato a fare delle manovre di primo soccorso. L’episodio si e’ verificato qualche giorno fa intorno alle ore 12:00 in via Cristoforo Colombo.

L’intervento

Non avendo il telefono con se per chiamare il 118, Pollifrone ha caricato sulla propria autovettura il ragazzo trasportandolo da un pediatra Nicola Marando che ha lo studio li vicino. Il dottore come da protocollo dopo aver sottoposto il bimbo a dei controlli ha riscontrato che il piccolo aveva problemi seri di respirazione.

Il pediatra tempestivamente ha somministrato al bimbo delle pillole Bentelan adatti per la cura di questa patologia. Successivamente il bimbo è stato trasportato all’Ospedale di Locri dove i sanitari lo hanno ricoverato per approfondire la natura del problema. Dopo alcuni giorni di ricovero il bimbo è stato dimesso.

Le dichiarazioni

Giuseppe Pollifrone subito dopo ha ammesso che“mi sono trovato in una situazione particolare. Io sono preparato per queste situazioni di primo soccorso visto il lavoro che faccio, sono contento di aver salvato la vita a questo bimbo. Spero che episodi del genere non accadano più, ringrazio dio che mi ha dato la forza e il coraggio di reagire a questa situazione”.

Carmine Verduci

Nato a Brancaleone nel 1984, ha frequentato l'istituto d'arte di Locri. Artista e scrittore, ama la musica, la natura, la fotografia, la storia delle leggende Calabresi e dell'archeologia. Si occupa di divulgazione e promozione culturale dell'area grecanica e locridea, attraverso l'organizzazione di eventi culturali nella propria città e sul territorio.