Bagaladi, antichi palazzi tornano a vivere

Bagaladi, antichi palazzi tornano a vivere

IMG00374-20090524-1949

di Federico Curatola

Sono giunti ormai alla fine i lavori di restauro di due importanti edifici nel centro di Bagaladi: Palazzo Pannuti e Palazzo Misiano. Due palazzi storici, appartenuti a due delle famiglie più in vista del paese fino alla prima metà del ‘900 versavano da tempo in uno stato di degrado strutturale ed estetico e per uno dei due, Palazzo Misiano, c’era il rischio effettivo di crollo, con le conseguenze che ciò poteva comportare.

Invece l’amministrazione comunale ha spinto verso il recupero di questi due immobili per riqualificare il centro storico dando anche un chiaro segnale di come si debba necessariamente incentivare la qualità urbana al fine di valorizzare il borgo dopo decenni in cui i caratteri costruttivi tipici erano andati progressivamente perduti.

Palazzo Pannuti, restaurato con fondi della Comunità Montana dell’Area Grecanica, della quale dovrebbe diventare sede ufficiale dal momento che la legge regionale ha individuato nel paese di Bagaladi la nuova sede dopo il riordino, si presenta maestoso ed ha assunto un aspetto ancor più monumentale grazie alla riqualificazione dell’area circostante mediante un intervento realizzato con fondi del Pit Area Grecanica. I lavori sono finiti e manca ora solo l’arredo interno per la fruizione. I ben noti problemi della Comunità Montana però potrebbero ritardarne l’apertura come sede istituzionale.

Palazzo Misiano invece, incastonato nel centro storico, a due passi dalla Chiesa di San Teodoro, sopra la quale svetta la torre riportata al suo antico splendore, è stato restaurato grazie ai fondi regionali per i centri storici e dovrebbe diventare un museo etnografico dell’area grecanica. Il restauro conservativo ha interessato sia la torre che si affaccia sulla piazza San Teodoro, che il palazzo che sta alle spalle, con ingresso principale su Via Garibaldi, nel cuore del centro storico.

Insieme al Frantoio Iacopino, oggi Porta del Parco Nazionale d’Aspromonte, questi due edifici, che tornano alla vita con nuove funzioni sociali ed urbane, rappresentano l’impulso che Bagaladi vuole dare al recupero ed alla nuova centralità dell’ambiente costruito.

Multimag Comments

We love comments

1 Comment

  1. Gennaio 10, 21:59 #1 Mariana pannuti

    We are a branch of the Pannuti’s family from Brasil. Is it possible to visit the Palazzio on next saturday morning?
    Grazzie mille!

Your data will be safe! Your e-mail address will not be published. Also other data will not be shared with third person. Required fields marked as *