Archi ed incuria, Stanza 101: “Il pericolo incombe”

Archi ed incuria, Stanza 101: “Il pericolo incombe”

Reggio Calabria – Archi ed incuria, Stanza 101 – Cenacolo Culturale Impertinente: “Il pericolo incombe sulle nostre teste”.

Archi ed incuria, il pericolo incombe sulle nostre teste

Di seguito la nota di “Stanza 101 – Cenacolo Culturale Impertinente”.

“Per chi ancora avesse tempo e voglia di sostenere che in questa città manca il verde pubblico, il “ficarazzo” che sorge in bella vista e sempre più robusto sul ciglio dell’autostrada; all’altezza della Chiesa del Carmine di Archi, potrebbe costituire un brutto colpo”.

La segnalazione

“Freddure a parte, è davvero VERGOGNOSO che sia trascorso addirittura un anno dalla segnalazione degli abitanti della zona. Ogni mattina, passando da sotto il ponticello, non è bello vedersi sulla testa questa pesante pianta che prima o poi, a causa della sua inevitabile e ulteriore crescita, si appesantirà a tal punto da crollare di sotto, rischiando seriamente di fare danni e molto gravi. Nessuno, sinora, ha provveduto a rimuovere il fico d’India (che intanto ha fruttificato) da quella pericolosa posizione.

Senza contare che la pianta, per farsi largo, sta ovviamente scalzando il cemento ai suoi piedi, che in piccoli blocchi cade giornalmente dabbasso. Cosa potrebbe accadere se uno di questi pezzi, qualche giorno, incontri sulla sua caduta il parabrezza di una macchina in transito?
Insomma, chi deve (a naso l’Anas, ma il Comune quantomeno dovrebbe segnalare la cosa) provveda. Prima che ci scappi la tragedia!”.

Archi ed incuria

Archi ed incuria

Multimag Comments

We love comments
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Your data will be safe! Your e-mail address will not be published. Also other data will not be shared with third person. Required fields marked as *