Processo “Ramo spezzato”, dura condanna al clan Iamonte

Processo “Ramo spezzato”, dura condanna al clan Iamonte

Novantaquattro anni e sei mesi di carcere inflitti, a fronte dei 143 richiesti dall’accusa. E’ questa la sentenza definitiva del processo “Ramo Spezzato” che vedeva alla sbarra presunti appartenenti alla cosca Iamonte di Melito Porto Salvo. La sentenza é arrivata dopo quasi undici ore di camera di consiglio.

Ecco nello specifico le condanne definitive:

Nino Iamonte, 16 anni di reclusione e  3400 euro da pagare.

Carmelo Iamonte, 10 anni di reclusione

Sergio Borruto, condanna a 12 anni e 6 mesi di reclusione

Franco Cassano, medico, 9 anni di reclusione

Domenico Tomasello, Agata Gurnale, Giuseppe Sergi, Pietro Benedetto e Angela Maria Ginesio, 6 anni di reclusione a testa

Pietro Rodà, condanna a 5 anni di reclusione

Filippo Antonio Mafrici, condanna a 4 anni e 6 mesi

Giuseppe Scieuzo, 4 anni di reclusione

Vincenzo Cosmano, condanna a 3 anni e 6 mesi.

Vincenza Tomasello, Salvatore Spinella, Giuseppe Guerrera e Pasquale Iamonte, tutti assolti.

Il blitz della Polizia di Stato era scattato nei primi giorni del febbraio 2007. Il Gip Santo Melidona, su richiesta dei pubblici ministeri Santi Cutroneo e Antonio De Bernardo dispose l’arresto di quindici persone, che, a vario titolo, erano legate al clan Iamonte di Melito Porto Salvo.

L’operazione “Ramo spezzato” era stata condotta dalla Squadra Mobile di Reggio Calabria con il supporto del Commissariato di Condofuri, retto da Giuseppe Pizzonia che aveva avviato le indagini sulla cosca Iamonte.

Francesco Iriti

Storico Direttore di www.ntacalabria.it, é giornalista pubblicista dal 2008. Lureato in Scienze della comunicazione, ha di recente pubblicato il libro " E' un mondo difficile". Ecco il link per acquistarlo http://amzn.to/2lohl4U. Lavora anche come Digital Content

Multimag Comments

We love comments
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Your data will be safe! Your e-mail address will not be published. Also other data will not be shared with third person. Required fields marked as *