Visita del Premier Conte in Calabria: il resoconto

Visita del Premier Conte in Calabria: il resoconto

Visita di Conte in Calabria: tappa e Reggio Calabria, Locri e Isola Capo Rizzuto. Rimane la promessa di ritornare nel mese di gennaio.

Visita di Conte in Calabria – tappa a Reggio Calabria

Questa mattina il presidente del Consiglio dei Ministri, Giuseppe Conte, è giunto in Calabria. La sua prima meta è stata la Prefettura di Reggio Calabria. Al suo arrivo è stato accolto, tra gli altri, dal prefetto Michele Di Bari, dal governatore Mario Oliverio e dal sindaco metropolitano Giuseppe Falcomatà. Il Capo del Governo ha apposto la sua firma sul “Registro per la cittadinanza consapevole”. Uscito dalla prefettura, Conte ha parlato con i giornalisti presenti.

“La Calabria – ha detto – è una regione un po’ trascurata, per questioni geografiche, sia per il collegamento viario che ferroviario. Volevo pertanto dare la testimonianza dell’attenzione dell’autorità di Governo. E’ una regione molto sofferente con grave disagio sociale, ne siamo consapevoli”.

Visita di Conte in Calabria: Tappa a Locri e Isola di Capo Rizzuto

A Locri il Presidente ha incontrato la rappresentanza dei Sindaci e si è poi recato presso l’Ostello di Via Garibaldi. Una struttura sequestrata alla ‘ndrangheta.

Il Premier a Palazzo Nieddu ha reso omaggio alla memoria del vicepresidente del Consiglio regionale Francesco Fortugno; ucciso il 16 ottobre del 2005. Insieme alla vedova di Fortugno, Maria Grazia Laganà, e al figlio Giuseppe, ha sostato davanti alla lapide posta in ricordo di Fortugno.

Ai giornalisti Conte ha assicurato attenzione al territorio della Locride e in particolare alla sanità ed ha ribadito la sua volontà di far ritorno in Calabria a Gennaio.

Brevissima invece, la visita a Isola di Capo Rizzuto (Crotone). Qui il premier ha visitato il capannone della Cooperativa terre Joniche che si occupa di gestire i terreni confiscati alla ‘ndrangheta.

Conte: “La Calabria è una terra di rara bellezza”

“La Calabria è una terra di rara bellezza, poco valorizzata anche a causa di un sistema di trasporti poco efficiente. È una Regione che con orgoglio e consapevolezza rivendica il suo diritto a crescere sfruttando le sue enormi potenzialità e a perseguire il proprio sviluppo economico e sociale”. E’ quanto ha scritto sul suo profilo Facebook il Premier Conte, dopo la visita di oggi in Calabria.

Conte aggiunge: “La lotta alla criminalità organizzata e il sostegno alla legalità – per i quali c’è massima attenzione da parte del mio governo – devono andare di pari passo con la crescita economica e lo sviluppo sociale.

Dal 2006 al 2016, 26mila giovani laureati hanno abbandonato la Calabria; è una perdita di capitale umano che contribuisce a impoverire questa Terra.

Dopo Reggio Calabria, questa mattina, mi sono recato a Locri e a Isola di Capo Rizzuto. Qui ho visitato alcune realtà che hanno sviluppato attività e creato lavoro a partire da beni confiscati alla criminalità organizzata. Queste esperienze, portate avanti da giovani capaci e determinati, sono il simbolo di una Regione che non si arrende alle difficoltà economiche e sociali e che vuole crescere.

Restituire gli spazi occupati dalla malapianta della criminalità alle iniziative comunitarie delle persone oneste è un obiettivo primario di questo Governo.

Tornerò presto in Calabria, una volta approvata la legge di bilancio, per realizzare interventi di rilancio di questo territorio”.

Multimag Comments

We love comments
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Your data will be safe! Your e-mail address will not be published. Also other data will not be shared with third person. Required fields marked as *