Sparatorie nel vibonese, due morti e tre feriti

Sparatorie nel vibonese, due morti e tre feriti

Sparatorie nel vibonese. Due morti e tre persone ferite in due sparatorie avvenute nel pomeriggio di oggi, venerdì 11 maggio, a Limbadi e Nicotera.

Sparatorie nel vibonese

Due persone sono morte e tre sono rimaste ferite in due sparatorie avvenute oggi a Limbadi e Nicotera, in provincia di Vibo Valentia. Il killer, in entrambi i casi, sarebbe con molta probabilità la stessa persona. Le vittime sono un uomo di 63 anni, Michele Valarioti, e una donna di 69 anni, Giuseppina Mollese, che è morta in seguito, in ospedale. La donna, trasferita in eliambulanza all’ospedale di Catanzaro, è morta in sala operatoria per una grave ferita all’addome.

Ricostruzione dei fatti

Secondo una prima ricostruzione, un uomo di circa 30 anni a volto scoperto, sarebbe arrivato a bordo della propria auto a Limbadi. Qui l’uomo imbracciando un fucile da caccia, recandosi nel bar della piazzetta di paese, avrebbe esploso un colpo sull’uscio del locale e un secondo all’interno, ferendo tre persone. Una delle quali, è rimasta ferita in modo grave al volto. Circa venti minuti dopo, il killer si sarebbe allontanato e recato a Nicotera, sempre a bordo della propria vettura, una Fiat Panda.

A Nicotera l’omicida ha raggiunto la casa di Giuseppina Mollese, dove le ha sparato ferendola. In seguito il killer , percorrendo circa 200 metri, è entrato in casa di Michele Valarioti, uccidendolo con un colpo di fucile. Lungo il tragitto, l’omicida sarebbe passato anche davanti al Liceo di Nicotera.

Killer in fuga e cattura

L’uomo è scappato a piedi nelle campagne di Limbadi. Qui è stata trovata la sua auto. Nella zona è in corso una vasta battuta dei carabinieri per rintracciare l’autore delle due sparatorie nel vibonese.

Le indagini sono condotte dai carabinieri della compagnia di Tropea ed anche dal comando provinciale di Vibo Valentia. L’omicida in serata é stato tratto identificato, continuano invece le ricerche.

Multimag Comments

We love comments
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Your data will be safe! Your e-mail address will not be published. Also other data will not be shared with third person. Required fields marked as *