Rapina al “Tiberio Evoli” di Melito Porto Salvo

Rapina al “Tiberio Evoli” di Melito Porto Salvo

Rapina all’ospedale “Tiberio Evoli” di Melito Porto Salvo (Reggio Calabria): rubato l’incasso dei ticket sanitari. I Carabinieri della locale compagnia indagano sull’accaduto.

Rapina al “Tiberio Evoli” di Melito, i particolari

Lo scorso 5 luglio, nel primo pomeriggio intorno alle ore 13.45, due malviventi armati di pistola hanno effettuato una rapina presso il CUP dell’Ospedale “Tiberio Evoli” di Melito Porto Salvo. Dopo le minacce rivolte ai dipendenti, i delinquenti sono così riusciti a rubare l’incasso dei ticket sanitari. La somma sottratta ammonterebbe a circa 70 mila euro.

Sulla vicenda indagano i Carabinieri della Compagnia di Melito P. S.

Il blitz di Meduri e Iaria

Nei mesi scorsi, il Sindaco di Melito, Giuseppe Meduri, ed il Sindaco di Condofuri Tommaso Iaria, avevano segnalato la carenza di sicurezza presso il nosocomio.

Insieme i due, in un blitz notturno, avevano percorso i corridoi della struttura sanitaria senza alcun disturbo; trovando anzi ambienti vuoti e diversi ingressi incustoditi. Un sopralluogo durato circa un’ora che aveva già allora messo in evidenza una evidente mancanza di sicurezza al “Tiberio Evoli”.

La richiesta dell’Uil Fpl

Dopo quanto accaduto, la Uil Fpl di Reggio Calabria ha scritto ai commissari straordinari. Di seguito la lettera:

In ordine a quanto occorso alcuni giorni addietro presso il P.O. T. Evoli di Melito P.S. relativamente alla sottrazione dell’incasso ticket tramite rapina ad opera di malviventi, scrivente O.S. chiede alle SS.LL.:

a) in capo a chi ricade la responsabilità per non aver posto in essere quanto necessario per mettere in sicurezza i locali, l’incasso e l’incolumità del personale addetto al versamento delle somme economiche incassate:

b) quali adempimenti si intenderanno assumere al fine di evitare che quanto avvenuto a Melito si possa verificare presso l’Ufficio di Locri e nei vari Uffici similari sparsi sul territorio dell’ASP. Il deposito del danaro afferente l’Ufficio Ticket di Locri da tempo per problemi di sicurezza non viene effettuato.

Quanto esplicitato nella presente nota appare di una gravità assoluta, pertanto, si chiede, altresì, quale iniziative si stanno adottando per risolvere tali criticità da cui discende l’elevato rischio per la incolumità fisica e la vita degli operatori”.

Il Segretario Territoriale
Nicola Simone