Rapina ad Archi, derubato distributore di carburante

Rapina ad Archi, derubato distributore di carburante

Rapina a mano armata, ieri sera,  al distributore di carburante “Esso” sito in i Via Nazionale ad Archi: il titolare massacrato di botte dai malviventi. Sul posto la Polizia di Stato, la Scientifica e i Soccorritori del 118.

Rapina ad Archi, la vicenda

Nella serata di ieri, intorno alle ore 20.00, nel quartiere di Archi di Reggio Calabria, alcuni rapinatori hanno fatto irruzione nella stazione di servizio “Esso” sita lungo la S.S. 18 “Tirrena Inferiore”.

La banda di criminali ha sottratto l’incasso della giornata, pari a circa 600 euro.

Secondo quanto emerso, il titolare del distributore sarebbe stato colpito almeno cinque volte alla testa col calcio della pistola, con la quale uno dei malviventi ha esploso anche due colpi.

Gli agenti della Polizia, della Polizia Scientifica e i soccorritori del 118 sono subito intervenuti sul posto.

“Rapina stazione di servizio Esso, condanniamo!”

Di seguito la solidarietà del Comitato di quartiere “Il Popolo di Archi”:

Il comitato di quartiere “Il Popolo di Archi” a seguito della rapina avvenuta ieri sera poco dopo le 20.00; al titolare, ferito alla testa con il calcio della pistola, della stazione di servizio Esso, in Via Nazionale, esprime la piena solidarietà alla famiglia e condanna in modo fermo il gesto del rapinatore. Invitiamo chiunque abbia informazioni importanti a collaborare anche tramite il nostro comitato di quartiere o direttamente con le forze dell’ordine.

Archi non merita di subire queste situazioni, un territorio già difficile e per il quale ci stiamo impegnando per renderlo migliore lavorando sulla coscienza dei cittadini. Rubare e rapinare sono gesti da vigliacchi e i valori che dobbiamo trasmettere ai giovani sono ben altri. Siamo indignati per quanto accaduto ieri sera; chi lavora onestamente merita rispetto e attenzione da parte delle istituzioni! Chiediamo maggiori controlli sul territorio e ci auguriamo che i rapinatori siano subito rintracciati e puniti col massimo della pena!