Omicidio a Paterno Calabro

Omicidio a Paterno Calabro

Omicidio a Paterno Calabro (provincia di Cosenza): dopo un diverbio, 35enne uccide lo zio a colpi di pistola. Secondo il racconto del giovane, la vittima l’avrebbe minacciato con un’ascia. L’omicida si è poi consegnato ai Carabinieri.

Omicidio a Paterno Calabro (Cosenza)

Nel pomeriggio di ieri, 8 aprile 2019, i militari della Compagnia CC di Cosenza hanno rinvenuto nel territorio di Paterno Calabro, in località Pugliano, il corpo senza vita di Angelo Presta, 53enne, originario di Paterno Calabro. L’uomo è stato raggiunto da alcuni colpi di arma da fuoco. Il suo corpo giaceva in prossimità della sua auto, un’Audi di colore grigio.

A seguito delle dichiarazioni autoaccusatorie rilasciate presso gli Uffici della Stazione CC di Dipignano da parte del nipote della vittima, un 35enne, si sono ricostruite le responsabilità penali dell’uomo.

La ricostruzione della vicenda

Dopo un violento diverbio, verosimilmente scaturito da futili motivi, il giovane avrebbe esploso alcuni colpi di arma da fuoco con una pistola regolarmente detenuta per uso sportivo, contro lo zio.

Il magistrato di turno presso la Procura della Repubblica di Cosenza, informato dell’accaduto, ha subito assunto la conduzione delle indagini. In breve tempo ha poi raggiunto il luogo del delitto. Nello stesso momento, i Carabinieri del R.O. – Nucleo Investigativo del Comando Prov. di Cosenza e della Sez. Operativa della Compagnia CC di Cosenza hanno avviato una minuziosa attività di sopralluogo. L’attività era infatti volta all’esatta ricostruzione dei fatti nonché all’accertamento del movente.

L’arresto

Alla luce della ricostruzione dei fatti; degli elementi raccolti nel corso delle operazione di sopralluogo; inoltre, dei bossoli repertati sulla scena del crimine risultati compatibili con l’arma rinvenuta nell’autovettura all’autore del reato; ma anche delle dichiarazioni rilasciate spontaneamente agli inquirenti; i Carabinieri della Stazione di Dipignano, d’intesa con la Procura di Cosenza, hanno tratto in arresto il giovane 35enne per il reato di omicidio volontario aggravato.

Multimag Comments

We love comments
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Your data will be safe! Your e-mail address will not be published. Also other data will not be shared with third person. Required fields marked as *