Maturità Reggio Calabria, gli esami 2019

Maturità Reggio Calabria, gli esami 2019

Maturità Reggio Calabria, gli esami 2019: le date e le principali novità di quest’anno. Due le prove scritte invece di tre, più la prova orale.

Esami di maturità a Reggio Calabria

Mancano solo pochi giorni all’inizio degli esami di maturità a Reggio Calabria, e non solo. La prima prova d’italiano è fissata per il prossimo 19 giugno. In tutta Italia, sono circa 520 mila i candidati iscritti alla Maturità, tra interni ed esterni. Le commissioni d’Esame sono invece 13.161 per 26.188 classi coinvolte.

Maturità Reggio Calabria. Prima prova scritta

La principale novità di quest’anno è stata l’abolizione della terza prova. Punto fermo rimane la prova d’Italiano: i maturandi sono chiamati a produrre un elaborato scegliendo tra 7 tracce disponibili. L’appuntamento è fissato per Mercoledì 19 giugno, alle ore 8.30. Gli studenti avranno a disposizione un massimo di sei ore, per svolgere la traccia scelta.

Seconda prova scritta

La Seconda prova scritta, prevista per giovedì 20 giugno, prevede per il liceo Classico il latino e il greco. Invece gli studenti dello Scientifico si cimenteranno con Matematica e fisica. Scienze umane e Diritto ed Economia politica per il Liceo delle Scienze umane – opzione economico sociale; invece Discipline turistiche e aziendali e Inglese per l’Istituto tecnico per il turismo; inoltre, Informatica e Sistemi e reti per l’Istituto tecnico indirizzo informatica; infine Scienze degli alimenti e Laboratorio di servizi enogastronomici per l’Istituto professionale per i servizi di enogastronomia.

Correzione

Secondo la nuova normativa vigente, per avere una correzione più equa, sono previste per le prove scritte delle griglie nazionali di valutazione, fornite alle Commissioni esaminatrici.

Esame orale

Quest’anno entreranno in scena le “buste”. La Commissione esaminatrice chiederà ai maturandi di analizzare testi e documenti, ma anche diversi problemi o progetti che diverranno la base per sviluppare un colloquio. Durante la prova orale, i candidati racconteranno anche le loro esperienze di alternanza scuola-lavoro. Durante il colloquio si discuterà anche di “Cittadinanza e costituzione”, in base ai percorsi svolti durante l’anno.

Si segnala infine, che da quest’anno, gli studenti da esaminar saranno 5 al giorno.

Il voto finale

Da quest’anno i punti di crediti maturati negli ultimi tre anni varranno fino a 40 punti su 100, invece di 25. Il punteggio finale sarà in centesimi.