Incidente a Scilla, svolti i funerali del giovane Nicola

Incidente a Scilla, svolti i funerali del giovane Nicola

Incidente a Scilla. Bagnara Calabra ieri, ha dato l’ultimo saluto a Nicola Sciglitano, deceduto domenica scorsa, dopo un incidente.

Svolti i funerali del giovane Nicola

Si sono svolti ieri pomeriggio, nella Parrocchia Maria SS Annunziata di Pellegrina, i funerali di Nicola Sciglitano, il giovane bagnarese che ha tragicamente perso la vita in un incidente.

Tantissime le persone che hanno voluto dare l’ultimo saluto a Nicola. In una Chiesa gremita, il parroco, don Giuseppe Saraceno, nella sua omelia, ha espresso parole di conforto alla famiglia e ha invocato la preghiera affinchè il giovane possa godere del Paradiso eterno.

Sciglitano ha lasciato la moglie, sposata da poco, e i due figli di tenera età.

Qualcuno ha anche voluto omaggiare il ragazzo con una gigantografia con su scritto: “Nessuno muore sulla terra se continua a vivere nel cuore di chi resta”.

L’incidente mortale a Scilla

Nicola Sciglitano, 26enne di Bagnara Calabra, è morto a seguito delle gravi ferite che ha riportato nell’incidente avvenuto sabato scorso a Scilla. L’episodio si è verificato nelle vicinanze del Castello Ruffo.

Il giovane si trovava a bordo di una moto e si dirigeva verso la parte alta di Scilla per riprendere la propria auto, per poi proseguire verso Bagnara. Lungo il tragitto pare che, Nicola si sia schiantato nel tentativo di evitare un’auto lungo la curva del Castello. Insieme a lui c’era un passeggero, proprietario della moto, che secondo le prime ricostruzioni, sarebbe saltato giù dal mezzo, prima dell’impatto; rimanendo così illeso.

Dopo l’arrivo dei soccorsi ed il successivo trasporto presso il Grande Ospedale Metropolitano di Reggio Calabria, Sciglitano, nella notte, ha subito un delicato intervento chirurgico per poi spirare nella mattinata di domenica.

La dinamica

Non ancora chiara la precisa dinamica dell’incidente; nei giorni scorsi, l’autorità giudiziaria aveva pertanto concesso la salma alla famiglia per svolgere le esequie. Le forze del’ordine continuano le indagini.