Esplosione Crotone, due morti e quattro feriti

Esplosione Crotone, due morti e quattro feriti

Esplosione Crotone. É di due morti e di quattro feriti il bilancio dell’esplosione in appartamento avvenuta a Crotone ieri notte. Tra i feriti anche tre bambine, una di loro, è in gravi condizioni.

Esplosione Crotone, nel quartiere Lampanaro

Non sono ancora del tutto chiare le cause della violenta esplosione avvenuta in un appartamento, nel quartiere Lampanaro. Gli artificieri della Polizia di Stato di Catanzaro sono a Crotone per ispezionare il luogo del disastro. Insieme a loro operano anche gli investigatori della squadra mobile di Crotone e i Vigili del fuoco.

Hanno perso la vita Rita Murgeri, di 55 anni, ed il compagno Saverio Romano, di 43 anni. I due sono morti sul colpo. Nell’esplosione Crotone è rimasta ferita in modo grave la nipote della vittima di appena 4 anni. La piccola ha ustioni da scoppio di secondo grado alla testa, adesso si trova ricoverata nell’ospedale specializzato di Bari. Le altre due sorelline, di 7 e 10 anni, sono state portate nell’ospedale di Crotone. Le loro condizioni fortunatamente non sono gravi. Grave invece la madre delle bambine. La donna è ricoverata in prognosi riservata a Brindisi con ustioni di terzo e quarto grado sul 45 per cento del corpo. Illeso il padre delle bimbe.

Cause dell’incidente

Da una prima ipotesi si era ipotizzato che, a causare l’esplosione fosse stato il cattivo funzionamento di una bombola del gas. Le verifiche dei Vigili del fuoco hanno però smentito la supposizione. Infatti sia la caldaia che la bombola sono state ritrovate intatte sul terrazzo dell’appartamento.

Dopo alcune testimonianze raccolte in zona dagli investigatori, l’ipotesi invece più accreditata fa pensare che nell’appartamento ci fossero ordigni usati per la pesca. La Polizia scientifica, gli artificieri, gli investigatori della squadra mobile ed i vigili del fuoco stanno lavorando in sinergia alla ricerca di eventuali tracce di esplosivo che potrebbero aver provocato lo scoppio all’interno dell’appartamento. Le indagini sono in corso e non si può escludere alcuna ipotesi. I vigili del fuoco dovranno inoltre valutare anche la stabilità dell’intero edificio.

Solidarietà verso la famiglia

Nel frattempo, la Parrocchia di San Paolo a Crotone, attraverso Don Simone Scaramuzzino, ha attivato una raccolta fondi e una raccolta alimentare per la famiglia. Per le bambine, fa sapere il parroco, chi vuole può portare anche dei giocattoli.

Multimag Comments

We love comments

1 Comment

Your data will be safe! Your e-mail address will not be published. Also other data will not be shared with third person. Required fields marked as *