MENU
 
AZIENDE
BERGAMOTTO
CALABRIA IN CIFRE
CONTATTACI
CUCINA CALABRESE
DETTI E CANZONI
PUBBLICIZZATI
GUARDA DOVE SIAMO
LOCALITA'
MANDACI DEI CONSIGLI
MANIFESTAZIONI

MUSEI & ARCHEOLOGIA

NOTIZIE & STAMPA
RADIO CALABRESI
SEGNALACI EVENTO
VARIO
LINK
ITINERARI
 
HOME
 
 
 
 
 
 
 
>FOTO
>UNIVESITA' DI REGGIO CAL.
 
 
 
cerca con google
 
SFONDI PC FREE
«Sacerdote eucaristico» e vessillifero dell’Eucaristia
In questo scritto, che l’Arcivescovo Giovanni Ferro, essendo nel 1962 Pastore della Chiesa reggina, definì «aureo libretto», il servo di Dio seppe offrire alla pietà dei suoi confratelli nel sacerdozio una serie di riflessioni e di pensieri così traboccanti di luce superna e di ardore soprannaturale, che nessuno certamente dubiterebbe di attribuire a uno dei più intimi confidenti di Cristo, centro vivificante e ricapitolazione di tutto e di tutti nel sacramento dell’Eucaristia.
È pertanto per noi utile ripercorrere, sia pure di volo, talune di queste penetranti ed illuminanti riflessioni. Posta la premessa che i ministri di Cristo sono «le sentinelle del tabernacolo», con inusitato vigore scrive: «Sentiamo forte, potente il bisogno di tributarti qui, in questo sacro cenacolo, la nostra più profonda adorazione... e poi ritornare tutto fuoco alle nostre parrocchie». Ascendendo quindi verso la più alta vetta della santità dove si trova la Vergine Maria, non ha timore di esclamare: «Ti adoriamo... come Ti adorò la madre tua e mamma nostra Maria Santissima, allorquando T’incarnasti nel suo seno verginale». Passa poi con spontaneo pensiero alla cugina della Vergine, Elisabetta, e, quasi rapito da una scena celestiale includente sublimi concetti teologici, soggiunge: «Ti adoriamo... come ti adorò Santa Elisabetta quando da Maria Santissima fosti portato nella sua casa. Tu allora riempisti quella pia donna di Spirito Santo, concedendole il dono della profezia, e santificasti il di lei figliuolo Giovanni Battista, ancora rinchiuso nel seno materno».
Colmo di stupita riconoscenza nel cuore, ribadisce: «Col sacerdozio Tu... ci hai dato poteri che ci fanno maggiori di tutti i più grandi della terra... e gli stessi spiriti celesti hanno in somma venerazione la nostra eccelsa dignità». Trasferito il raffronto alla Madre stessa del Redentore, come se compisse un’estasiante scoperta, si lascia sfuggire dalla penna la sorprendente osservazione: «La tua Madre medesima, sebbene la più eccelsa di tutte le creature, aprì una sola volta il cielo e ti trasse nel suo seno verginale, ma noi possiamo chiamarti ogni giorno dal cielo in terra». Preso successivamente da incontenibile trasporto soprannaturale, scioglie il suo animo nella seguente aspirazione, che riecheggia le effusioni dei grandi mistici della Chiesa: «Potessi avere tanti cuori e tante lingue quante foglie vi sono negli alberi, quante gocce di acqua nel mare, quanti atomi nell’aria per lodarti e ringraziarti tanto quanto meriti».
Il mirabile dialogo non potrebbe avere epilogo più eloquente e avvincente insieme, se non con il ripetuto, intrepido impegno, che rivela la più verace e significante identità soprannaturale del servo di Dio e a un tempo lo scopre nella emblematica figura del «sacerdote eucaristico», emulo degli ardimentosi vessilliferi dell’Eucaristia Francesco Borgia, Giuseppe Benedetto Labre e Giovanni Battista Vianney.
Come non domandarsi a questo punto se non abbia egli assunto, nel corso della formulazione delle sue riflessioni, ispirazione e slancio dall’evangelista Giovanni che, come si sa, ebbe, egli vergine, il privilegio di ascoltare i palpiti cocenti del Cuore di Cristo durante la Cena del supremo commiato?


 
Gaetano Catanoso
Immagine del Buon Pastore nel mondo contemporaneo
Apostolo della devozione riparatrice
«Sacerdote eucaristico» e vessillifero dell’Eucaristia
Eccelso protagonista dei consigli evangelici
maestro d'infanzia spirituale
Sulla scia della più grande mistica dei tempi moderni
Ricordato a Reggio Calabria
 
Raccolta foto di Pasquale Catanoso

 

 
 
 
Gaetano Catanoso
Immagine del Buon Pastore nel mondo contemporaneo
Apostolo della devozione riparatrice
«Sacerdote eucaristico» e vessillifero dell’Eucaristia
Eccelso protagonista dei consigli evangelici
maestro d'infanzia spirituale
Sulla scia della più grande mistica dei tempi moderni
Ricordato a Reggio Calabria
 
Raccolta foto di Pasquale Catanoso
 
REGGIO CALABRIA
MELITO PORTO SALVO
INFO & NOTIZIE
 
 
 
giochi on-line il nuovo servizio di ntacalabria, in collaborazione conmegghy.com
 
Grazie a tutti quelli che fino ad oggi hanno visitato il sito ed hanno dato buoni  consigli per l'ampliamento ed il miglioramento del servizio !
Nta Calabria Copyright 2001 (ntacalabria) Tutti i diritti riservati