TOP MENU
CALABRIA IN CIFRE
ITINERARI & TURISMO
GUARDA DOVE SIAMO
LOCALITA'
CASTELLI
CUCINA CALABRESE
MUSEI & ARCHEOLOGIA
MANIFESTAZIONI & EVENTI
NOTIZIE & STAMPA
FOTO
TARANTELLE
DETTI CALABRESI
CULTURA CALABRESE
LINK
CONTATTACI
PUBBLICIZZATI
SEGNALACI UN EVENTO
MANDACI DEI CONSIGLI
LEGGI LA POSTA
AZIENDE
AGRICOLTURA
NEWS DAL MONDO AGRICOLO
BERGAMOTTO
PREZZIARIO REGIONALE
GUIDE L'AGRICOLTURA
PRODOTTI TIPICI
SPORT
NEWS DALLO SPORT
FC MELITESE
RADIO CALABRESI
RADIO STUDIO 95
RADIO MELITO
RADIO TURING 104
RADIO VENERE
STADIO RADIO
GOCHI FREE
TUTTI I GIOCHI DA SCARICARE
GIOCHI FLASH ON LINE
GDR L'ISOLA DEI VIAGGI
TOP FREEWARE
PROGRAMMI FREE
SFONDI PC
SUONERIE CEL FREE
MANUALI
UTILITA'&OPPORTUNITA'
CURRICULUM ON LINE
UNIVESITA' CALABRESI
VARIO
NORME DI PRIMO SOCCORSO
BARZELLETTE
ALLEGATI ALLE MAIL
AFORISMI
FRASI X OGNI OCCASIONE
CARTINE STRADALI
DISEGNI DA COLORARE
PREGHIERE
RUBRICHE NAZIONALI
A COME AMBIENTE
NOTIZIE DAL GOVERNO
GUIDA ALLA NORMATIVA FISCALE
 
HOME
 

EMISSIONE ASSEGNO SENZA PROVVISTA

Il caso


Come viene sanzionata dal nostro ordinamento l'emissione di un assegno senza provvista? Può avere qualche rilievo, ai fini della riduzione o dell'esclusione della sanzione amministrativa, il cosiddetto fatto scusabile? Risponde a queste domande una interessante pronuncia della Corte di Cassazione del 24 novembre 2005, n.24842.

I problemi in discussione


Ci si è chiesti se sulla banca incomba l'obbligo di mettere comunque a disposizione del cliente le somme di danaro per fare fronte alle disposizioni di pagamento mediante assegno bancario provenienti da quest'ultimo, specie se in passato la stessa banca ha tollerato situazioni di scoperto di conto corrente.


La pronuncia della Cassazione



La Cassazione ha innanzitutto ribadito che: "L'obbligo della banca di mettere a disposizione del cliente una determinata somma di danaro, cui quest'ultimo abbia la facoltà di attingere nei modi previsti, nasce solo in dipendenza della stipula di un contratto di apertura di credito”.

In sostanza, "Dalla tolleranza di una situazione di scoperto, comunque motivata e ancorché protrattasi per un consistente periodo, non deriva il vincolo per la banca di pagare assegni privi di copertura, di tal che viola il dovere di diligenza media, con conseguente impossibilità di invocare il fatto scusabile, l'emittente che - anziché attenersi al dovere di conformare l'andamento del conto al fine di assicurare che in ogni momento vi sia disponibilità del denaro necessario al pagamento dell'assegno nei termini per la presentazione di esso all'incasso - si limiti a fare affidamento sullo svolgimento di un conto passivo con adempimenti reiterati, da parte della banca, di ordini di pagamento di esso correntista, anche in assenza di provvista e nell'ambito dei limiti di rischio dalla stessa banca precedentemente valutati”.

(Corte di Cassazione - Sezione Prima Civile, Sentenza 24 novembre 2005, n.24842: Sanzioni amministrative - Emissione assegno bancario senza provvista - Illecito amministrativo - Fatto scusabile - Esclusione).

 

 

Google
 
Web www.ntacalabria.it
 

 
 
 
 
 
 
 
HOME
 
Grazie a tutti quelli che fino ad oggi hanno visitato il sito ed hanno dato buoni  consigli per l'ampliamento ed il miglioramento del servizio !
Nta Calabria Copyright 2001 (ntacalabria) Tutti i diritti riservati