Summer School 2010: gli studenti a confronto sui temi della legalità, informazione e crisi economica

Summer School 2010: gli studenti a confronto sui temi della legalità, informazione e crisi economica

di Giusy Nuri

La Summer School, organizzata dall’associazione studentesca Ius Rheginum, e svoltasi dall’8 al 10 settembre al Villaggio del Pino a Melia di Scilla, ha offerto ,anche in questa seconda edizione, agli studenti universitari la possibilità di confrontarsi su tematiche di particolare attualità con autorevoli professionisti provenienti dal mondo delle istituzioni, università, imprenditoria e associazionismo. Passando dalla comunicazione all’informazione, dalle questioni sociali al futuro sostenibile le “Giovani menti al lavoro” sono approdati alle soluzioni e proposte per uscire dalla crisi.

Sul piano del contrasto alle mafie, il senatore Luigi De Sena propone “di passare ai fatti”, con un progetto, che proporrà alla commissione parlamentare antimafia, per dare ai magistrati reggini mezzi, risorse, tecnologie, assistenza e strutture per poter svolgere il proprio lavoro con più serenità ed efficienza.

Dopo l’autorevole introduzione alla tre giorni di Roberto Zaccaria, senatore e docente di diritto dell’informazione, sulla differenza tra informazione e comunicazione, una sessione particolare è stata dedicata al complesso e variegato mondo dell’informazione online, ricco di potenzialità ma anche di rischi, con l’intervento di Paolo Gentiloni, deputato e già ministro delle comunicazioni. “Education nei confronti dei rischi- sottolinea Gentiloni- ma no agli insostenibili meccanismi di controllo”. Riguardo agli sviluppi della professione giornalistica “Il futuro è nella convivenza tra la professionalità e l’informazione che proviene dai cittadini”.

È stato, infine, Alberto Sarra, sottosegretario Riforme e Semplificazione della Giunta regionale Calabria, a rispondere alla domanda posta dai giovani presenti, su come la Regione Calabria sta affrontando la crisi economica generale e quella particolare, che la rende povera ed arretrata rispetto al resto di Europa. Da quanto emerso in quest’ultimo incontro, un’opportunità di sviluppo per la Calabria potrebbe derivare dalla sua posizione geografica strategica, al centro del Mediterraneo.

I giovani dell’associazione universitaria Ius Rheginum, terminata questa intensa tre giorni, si stanno preparando a vivere un altro significativo momento di confronto con l’on. Walter Veltroni,vice presidente della commissione nazionale anti mafia, che sarà presente lunedi 13 settembre alle h. 18.30 presso l’aula Magna di Architettura dell’Università “Mediterranea”.

Multimag Comments

We love comments
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Your data will be safe! Your e-mail address will not be published. Also other data will not be shared with third person. Required fields marked as *