Sentite il mare

Sentite il mare

logo-ntacalabria

logo-ntacalabria

di Giuseppe Condello

Sentite il mare, le verzure marine

Nel sogno, le furie delicate delle onde

Sugli scogli di Magna Grecia viva.

Sentite le disciolte parole di antichi poeti

E di filosofi appassionati di pitagorica scuola,

Le eremitiche discussioni impresse nel sole

E meditate nella luna.

Sentite la terra non arida di storia e di sapienza,

Vivente in petali della radiosa conoscenza,

Vero cantico contro la mediocre indifferenza

Dei parolai senza immaginazione di luce.

RIPRODUZIONE RISERVATA

Category Cultura

Multimag Comments

We love comments
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Your data will be safe! Your e-mail address will not be published. Also other data will not be shared with third person. Required fields marked as *