La Droga

di Salvatore D’Aprano

È uno dei più temibili

flagelli della Terra

e miete tante vite;

più di una guerra.

Seduce ignari giovani

con allettante miraggio

rendendoli succubi

del suo turpe ingranaggio.

Dà effimera ebbrezza,

fa vedere la luna nel pozzo,

è un falso paradiso

ripugnante e sozzo.

Un tetro labirinto

senza via di uscita

che debilita la mente

e distrugge la vita.

Il dedito alla droga

è un misero schiavo

dallo sguardo ebete

e non è in grado

di discernere le cose.

Come un cane abbandonato

alla fine si ritrova solo

senza Dio, senza neppure un prete

e, non di rado,

muore per un’overdose.

Salvatore D’Aprano  ©  – (0169 =  ©)

Multimag Comments

We love comments
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Your data will be safe! Your e-mail address will not be published. Also other data will not be shared with third person. Required fields marked as *