140 kg di pesci sequestrati a Palmi

140 kg di pesci sequestrati a Palmi

140 i chilogrammi di pesci sequestrati a Palmi.

La Capitaneria di Poorto – Guardia Costiera di Gioia Tauro e Delegazione di spiaggia di Palmi ha sequestrato il prodotto considerato non idoneo al consumo umano.

L’intervento é avvenuto nei giorni scorsi nell’ambito di un’attività di controllo della filiera del pescato.

Il personale ha accertato e sanzionato il trasporto di prodotti ittici. Il materiale sequestrato era finalizzato alla successiva commercializzazione. La decisione é stata presa in quanto i chilogrammi di pesce pescato violavano la vigente normativa in materia di etichettatura e tracciabilità del pescato.

Pesci sequestrati a Palmi

L’attività è stata svolta sul territorio del Comune di Palmi. I 140 kg di pesci sequestrati a Palmi consistevano precisamente in alici e seppie. Inoltre é stata elevata una sanzione amministrativa di 1.500 euro per la totale mancanza della necessaria documentazione attestante la tracciabilità del pescato trasportato.

É stata quindi effettuata una verifica da parte dai Veterinari dell’ASP 5 di Palmi. Il prodotto ittico confiscato è stato dichiarato non idoneo al consumo umano per l’impossibilità di verificarne la provenienza. Il prodotto é stato quindi destinato alla distruzione.

L’attività di controllo effettuata si inserisce nella più ampia funzione della Capitaneria di porto – Guardia Costiera. In particolare quella di salvaguardia della salute umana e di corretta informazione del consumatore finale. Il tutto  attraverso interventi di repressione degli illeciti e di deterrenza da ulteriori violazioni.

Francesco Iriti

Storico Direttore di www.ntacalabria.it e di italianianimondo.it, é giornalista pubblicista dal 2008. Lureato in Scienze della comunicazione, ha di recente pubblicatoil libro " E' un mondo difficile".

Commenti

a noi piacciono i commenti
Non ci sono commenti puoi essere tu il primo commenta questo post!

Your data will be safe! Your e-mail address will not be published. Also other data will not be shared with third person. Required fields marked as *