UniCaLab dell’Università della Calabria: i vincitori

UniCaLab dell’Università della Calabria: i vincitori

SWAG, YoUNI e FisioIng sono i vincitori del I ciclo di UniCaLab dell’Università della Calabria. Assegnati anche il premio miglior pitch e i premi speciali UniCredit e NTTData.

UniCaLab

Successo, apprezzamento, applausi e tante incoraggianti parole per tutti i team che hanno affrontato la sfida finale del percorso di contaminazione UniCaLab dell’Unical che ha visto la vittoria dei progetti di impresa di SWAG, YoUNI e FisioIng.

A decretarla è stata la giuria tecnica (composta da Alfio Cariola – Unical; Anna Amati – Meta Group; Antonio Riccio – UniCredit; Giorgio Scarpelli – NTTData; Ivan Ortenzi – BIP; Marcantonio Ruisi – Università Palermo; Maurizio Muzzupappa – Unical; Menotti Lucchetta – Regione Calabria; Paolo Anselmo – IBAN; Roberto Della Marina – Vertis SGR) che ha conferito ai tre team il premio consistente in 3mila euro da spendere in servizi nonché l’incubazione in TechNest.

I vincitori

SWANG ha proposto un progetto di profilazionee mappatura delle soft skill di neolaureati per aziende che cercano personale. YoUni, invece, un’app per lo scambio di informazioni fra studenti di una stessa community. E FisioIng dei tutori modulari innovativi che sostituiscono il gesso per il trattamento delle fratture.

La giuria miglior pitch (composta da Gennaro Cosentino – RAI; Lidia Baratta – Linkiesta e D Repubblica; Mariafrancesca Fortunato – Quotidiano del Sud; Ferdinando Isabella – Viral MKT e Cosenza Post; Elia Fiorenza – Gazzetta del Sud; Matteo Spagnuolo – Mediaterronia TV) ha assegnato il Premio Miglior Pitch a YoUNI e una menzione speciale a FisioIng.
A FisioIng anche il premio speciale UniCredit consistente nella partecipazione alla Startup Academy 2019 del programma UniCredit Start Lab.
Mentre il premio speciale NTTData è stato conferito a AirEYE che si è aggiudicato, così, l’attività di accompagnamento e accelerazione dell’idea imprenditoriale e la preparazione per partecipare all’Open Innovation Contest di NTTData.

La tavola rotonda

Tanti spunti e punti di vista sono venuti fuori durante la tavola rotonda, moderata dalla giornalista del Sole 24 Ore D. Marrazzo, “La nuova generazione di imprenditori: Contaminazione e (è) Innovazione” che ha preceduto la premiazione ed è seguita alla pitch session dei nove team in gara.

Uno spaccato di Calabria che funziona, di didattica che strizza l’occhio all’inserimento professionale; nonché la possibilità di offrire a studenti e laureati un’esperienza di arricchimento curriculare invitandoli a fare impresa partendo da un’idea che risolve un problema o che fa appello alle vocazioni del contesto socio-economico di appartenenza.
Tutto questo e ancor di più è UniCaLab, il percorso di formazione e contaminazione progettato dal Liaison Office dell’Unical e finanziato dal Miur, che con la final competition svoltasi il 18 gennaio allo University Club completa solo il primo dei tre cicli previsti. Per il secondo è già aperto il bando di selezione dei partecipati (disponibile a questo link) e tutti gli studenti, i laureati, i dottorandi e i dottori di ricerca interessati possono fare domanda entro il 10 febbraio 2019.

Tags Cosenza, unical
Category Attualità, Cosenza

Multimag Comments

We love comments
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Your data will be safe! Your e-mail address will not be published. Also other data will not be shared with third person. Required fields marked as *