Paola, sequestrata un’area demaniale abusivamente occupata

Paola, sequestrata un’area demaniale abusivamente occupata

Gli agenti del Corpo di Polizia Provinciale di Cosenza, al Comando della Dirigente Antonella Gentile e con il coordinamento del Sostituto Commissario Maria Antonietta Pignataro, in seguito a pregressa attività investigativa svolta sulla scorta di segnalazione confidenziale hanno eseguito il sequestro di un’area demaniale illecitamente occupata nel Comune di Paola, appartenente all’alveo destro idraulico del torrente San Domenico. Sul posto è stata constatata la presenza di una recinzione in tavole di legno, rete metallica e rete in maglia plastica il cui ingresso, costituito da un cancelletto manufatto in legno, si presentava occluso da catena in ferro e lucchetto al fine di impedire la pubblica fruizione dello spazio, garantendone l’utilizzo esclusivo all’autore dell’occupazione abusiva.

area sequestrataL’azione della Polizia Provinciale rivolta a restituire alla pubblica e gratuità fruibilità la zona demaniale interessata ha richiesto, prima del sequestro, approfondimenti investigativi volti ad appurare l’effettiva proprietà pubblica dell’area tramite geolocalizzazione, effettuata con apparecchiatura gps in dotazione al Corpo.

Accertata la sussistenza di condotte illecite penalmente rilevanti a carico di un 73enne residente a Paola, gli agenti lo hanno deferito in stato di libertà alla competente Autorità Giudiziaria per occupazione abusiva di area pubblica.

Anche il sequestro penale dell’area è stato convalidato dal Pubblico Ministero Teresa Valeria Grieco, Sostituto Procuratore della Repubblica presso il Tribunale ordinario di Paola, che ha disposto la notifica dello stesso decreto alla persona sottoposta ad indagini, da considerarsi equipollente all’informazione di garanzia di cui all’art. 369 del codice di procedura penale.

Il personale della Polizia Provinciale di Cosenza è costantemente impegnato nelle attività mirate alla salvaguardia del demanio provinciale e alla tutela dell’ambiente e, in tal senso, il controllo del territorio e la prevenzione e repressione dei reati ambientali proseguiranno incessantemente a garanzia del bene pubblico e dei cittadini onesti.

Commenti

a noi piacciono i commenti
Non ci sono commenti puoi essere tu il primo commenta questo post!

Your data will be safe! Your e-mail address will not be published. Also other data will not be shared with third person. Required fields marked as *