Ri Vedi il centro storico a Girifalco, un successo

Ri Vedi il centro storico a Girifalco, un successo

La quarta edizione di Ri Vedi il centro storico a Girifalco si chiude con il sapore della cuntetizza. Quella di cui Carmine Abate parla a Borg@rte in uno scenario magico.

Ri Vedi il centro storico, una due giorni indimenticabile

Il sapore della cuntetizza attraverso questa due giorni, inebria gli ospiti in ogni suo attimo. Quando Claudio Ranieri arriva su corso Roma accompagnato dal sindaco, Pietrantonio Cristofaro, e dalle vecchie glorie del Catanzaro Calcio. Oppure, quando i piccoli calciatori dell’Asd Us Girifalco, accompagnati da dirigenti e allenatori, accolgono il Mister con cori e bandiere. Quando, tra il pubblico festante, si confonde – riservato e bellissimo – l’attore Alessandro Roja (il Dandy di Romanzo Criminale). Ma anche, quando il giornalista Vittorio Ranieri parla di calcio con chi il calcio lo ha praticato in tutto il mondo. Quando Mr Ranieri e tutti gli ex calciatori firmano un pallone da donare alla nuova società nata dall’unione dell’Us Girifalco e dell’Euro Girifalco. Quando gli artisti Francesco Ferragina e Fabio Mascaro donano al Mister delle opere realizzate appositamente per lui. E quando i piccoli calciatori danno il cinque ai grandi calciatori.

Il sapore della cuntetizza

Il sapore della cuntetizza inebria il pubblico, ancora, a Palazzo Ciriaco dove il giornalista enogastronomico Domenico Cosentino (Slow Food) racconta il “sapore” del vino con le grandi etichette calabresi. Nella piazzetta adiacente a piazzetta Santa Dominica dove ci sono esposte le opere del maestro Luigi Sabatino, Giuseppe Pavone, Fabio Mascaro e Martina Loiarro. A Palazzo Ciriaco con le opere di Michele Vitaliano e Leonardo Cristofaro, a palazzo Spagnuolo con quelle di Giuseppe De Filippo. E su corso Roma con le fotografie realizzate dagli studenti dell’Istituto Comprensivo nell’ambito del progetto Pon “Il mondo in un click”.

Il quadro di Luigi Sabatino

Quel sapore torna, prepotente, poco dopo le 21. Quando, guidati dalla giornalista Letizia Varano ed accompagnati dalla musica di Michele Marinaro, il maestro Luigi Sabatino dona al sindaco Pietrantonio Cristofaro un quadro realizzato appositamente per l’occasione e che sarà, presto, ubicato a Palazzo Staglianò.
La percezione del sapore diventa chiara quando, in piazzetta Santa Domenica, la food blogger Sonia Peronaci delizia il pubblico con una ricetta realizzata con prodotti locali; (Slow Food, Gal Serre Calabresi, produttori locali). Il tutto “insaporito” dalla professionalità della conduttrice Emanuela Marchio e dalla musica di Elisabetta Pavone.

Ri Vedi il centro storico, un successo

Il sapore della cuntetizza torna, di nuovo, il 28 luglio. Con le opere degli artisti; le foto degli studenti; il sapore del miele di Gino Fodaro; le tele di Dorotea Li Causi che ha, per l’occasione, realizzato un’opera in estemporanea; i giochi e l’allegria portata a Borg@rte da Valentina Loiarro e Maria Rosa Scicchitano di Fantasilandia il sabato e dall’Avis il venerdì.
Un sapore, nuovamente, in scena quando Giulia Zampina e Nunzio Belcaro chiacchierano con Carmine Abate e Nunzio Belcaro. Per, poi, raggiungere, il top con lo spettacolo “La felicità del ritorno e altri sapori” di Carmine Abate; con l’accompagnamento musicale di Cataldo Perri e lo Squintetto.
Abate parla di questo “nostro” sapore con la lettura, la musica, la cultura. La magia.
Nel pubblico ci sono Domenico Dara e Olimpio Talarico.
La magia è tanta. Le luci, lo scenario naturale della location, la musica fanno il resto.

La quarta edizione di Ri Vedi il centro storico – manifestazione organizzata dall’amministrazione comunale su input del presidente del Consiglio Comunale Elisabetta Ferraina – si chiude così.
Con successo.

Multimag Comments

We love comments
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Your data will be safe! Your e-mail address will not be published. Also other data will not be shared with third person. Required fields marked as *