Kitesurf europeo a Gizzeria: leadership per Bridge e Newland

Kitesurf europeo a Gizzeria: leadership per Bridge e Newland

La prima giornata di qualificazioni del campionato europeo di kitesurf, specialità “Twin tipe racing”, che si è svolta oggi a Gizzeria, ha emesso i suoi verdetti. Nella categoria “giovani” (under 19) primo posto per l’inglese Tom Bridge, seguito da Toni Vodisek, della Slovenia, al secondo posto, e da Victor Bachichet, francese, terza piazza; primo degli italiani Lorenzo Morelli, toscano, attualmente lader del ranking italiano; il calabrese di Strongoli marina, d’origine cubana, Dante Romeo Marrero si è piazzata ottavo e secondo degli italiani. Tra le “giovanissime” leadership per la francese Poema Newland, mentre al secondo posto è arrivata Nina Fontcastells, spagnola, e terza Daniela Moroz, Stati Uniti; la prima delle ragazze italiane è stata Chiara Adobati, del Trentino Alto Adige, quinta, seguita da Chiara Tomasoni, bolognese, e Irene Tari, di Roma, entrambe seste. Per gli “open” , la prima posizione è stata appannaggio di Martin Dolenc, croato, seguito da Florian Gruber, tedesco, mentre la terza piazza l’ha conquistata una donna, la statunitense KirstynObrien,; primo degli italiani Giulio Guido.

Nel tratto di mare di fronte al parco balneare HangLoose Beach, organizzatore locale dell’evento si sono presentati 111 atleti, tra Nazionali juniores maschili e femminili e kiters open, in rappresentanza di venti Paesi.35 le batterie ufficiali che si sono svolte, con un tabellone completo per gli uomini (ottavi, quarti, semifinali e finali),  uno per le donne (comprendente quarti, semifinali e finali), ed uno per la categoria “open”, che ha disputato semifinali e finali. La partenza di questa prima giornata ha subito un ritardo di circa venti minuti, start fissato per le ore 13, a causa di un vento leggero  che è, poi, aumentato d’ intensità fino ad arrivare a 18 nodi. Molto intense tutte le regate: rispetto all’anno scorso, la preparazione tecnica dei ragazzi è migliorata tantissimo, Non si sono registrati né intrecci di cavi. “È stato svolto – dice Claudio Alessandrello, giudice di gara – un grande lavoro. Questi atleti hanno raggiunto in poco tempo livelli tecnici molto alti, del resto non è un caso che si punti sui giovanissimi che disputeranno, l’anno prossimo, i giochi olimpiaci in programma a Buenos Aires, Argentina”. Domani, 13 luglio, seconda giornata di qualificazioni.

Category Catanzaro, Sport

Commenti

a noi piacciono i commenti
Non ci sono commenti puoi essere tu il primo commenta questo post!

Your data will be safe! Your e-mail address will not be published. Also other data will not be shared with third person. Required fields marked as *