Intimidazione Scalfaro, solidarietà dei Dottori Agronomi e Forestali

Intimidazione Scalfaro, solidarietà dei Dottori Agronomi e Forestali

Intimidazione Scalfaro. Nei giorni scorsi il sindaco di Cortale, in provincia di Catanzaro, Francesco Scalfaro, di 59anni, eletto con una lista civica di centro sinistra, è stato vittima di intimidazioni.

Intimidazione Scalfaro

Persone non ancora identificate hanno lasciato appesa al cancello della villa di Scalfaro una busta con all’interno un ordigno. Ad esso era stato legato con nastro adesivo, un accendino. Scalfaro ha subito provveduto ad avvertire i carabinieri della Compagnia di Girifalco della presenza dell’ordigno. I militari hanno eseguito i primi accertamenti. In seguito gli artificieri dell’Arma hanno poi brillare l’ordigno in condizioni di sicurezza. Purtroppo per Scalfaro non è la prima volta che si trova a dover far fronte a questi vili atti. Non si esclude nessuna ipotesi.

Tante le manifestazioni di vicinanza nei confronti del Sindaco. Anche i colleghi Dottori Agronomi e Dottori Forestali della Provincia di Catanzaro, durante l’assemblea annuale, hanno espresso solidarietà al Dott. Francesco Scalfaro.

Ecco le parole del Presidente dell’Ordine Antonio Celi:

“Nella piena convinzione di esprimere il sentimento di tutti i colleghi qui presenti e non, mi va di avviare i lavori assembleari con l’ esprimere piena ed incondizionata solidarietà al nostro Presidente Francesco Scalfaro di recente, vittima di un ignominioso atto intimidatorio.
Atto che non va derubricato a bravata ma che è e resta uno squallido episodio che colpisce non tanto per la sua efficacia minacciosa, quanto per la sua vigliaccheria e meschinità.
Atto che comunque rappresenta l’ennesimo episodio di violenza a danno degli onesti amministratori che quotidianamente si spendono per garantire il bene alla loro comunità.

Francesco tutti i calabresi si stringono a te ed in particolare tutti i Dottori Agronomi e Dottori Forestali della Calabria e non solo, ho ragione di affermare che tutti i colleghi d’Italia, da Trapani ad Aosta, hanno fatto e fanno insieme a noi quadrato attorno a te condannando il vile gesto che ti ha coinvolto ma che comunque, ne sono certo, non ha scalfito l’alta moralità che ti contraddistingue”.

Multimag Comments

We love comments
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Your data will be safe! Your e-mail address will not be published. Also other data will not be shared with third person. Required fields marked as *