Buona sanità in Calabria, la testimonianza di Giovanni

Buona sanità in Calabria, la testimonianza di Giovanni

Buona sanità in Calabria. Di seguito pubblichiamo la lettera aperta di Giovanni Maisano che racconta la positiva esperienza vissuta a Catanzaro.

Buona sanità in Calabria

Spesso si parla e a volte anche si straparla della mala sanità calabrese, di tutto ciò che non va, mettendo in evidenza tutti gli aspetti negativi ad essa afferenti. Purtroppo si parla poco o niente sulle eccellenze, professionalità e competenza di alcuni ospedali. Alcuni reparti sono un fiore all’occhiello e nulla hanno da invidiare ai loro colleghi operanti nelle strutture del Nord d’Italia.

“Un cuore morto ma resuscitato!”  –  la lettera di Giovanni

Il giorno sei Aprile 2019 sono stato ricoverato presso il reparto in indirizzo e subito sono stato sottoposto agli accertamenti di rito. Nella mattinata del giorno seguente, sono stato sottoposto ad intervento chirurgico; resosi necessario a seguito delle risultanze emerse dai controlli preliminari.
Dopo circa nove ore di intervento, al mio risveglio dall’anestesia, ho avvertito una strana, indescrivibile ed indimenticabile sensazione di benessere. Mi è sembrato di essere uscito da un lunghissimo tunnel che mi ha portato a rivedere la luce. Se da quel momento la mia vita è cambiata in meglio, il merito sicuramente va a tutti i medici e ai paramedici operanti nella U. O. C. di Cardiochirurgia dell’A.O.U. Mater Domini del Campus Universitario di Catanzaro, diretta dal Prof. Mastroroberto.

Giovanni continua..

Non basteranno mai parole ed aggettivi per poterLi ringraziare, per l’umanità; le cure che mi hanno dedicato durante tutti i miei giorni di degenza. Il mio desiderio più grande è che queste mie esternazioni non rimangano lettera muta; ma che questo mio pensiero sia divulgato affinché tanta gente sappia che per curarsi a volte non è necessario affidarsi ai viaggi della speranza al nord d’Italia; ma che ci si può curare benissimo e con ottimi risultati anche in Calabria.

Sono queste le parole del Paziente Giovanni Maisano di Brancaleone per anni vissuto in Svizzera e adesso da pochi anni pensionato è ritornato nella sua terra d’origine. Terra che ha dato i suoi natali, terra che lo ha salvato grazie all’eccellenza della U. O. C. di Cardiochirurgia dell’A.O.U. Mater Domini del Campus Universitario di Catanzaro, diretta dal Prof. Mastroroberto.