Calabria e Sicilia insieme, firmato accordo

Calabria e Sicilia insieme, firmato accordo

Calabria e Sicilia insieme. La Regione, attraverso una nota, ha reso noto che si è concluso l’accordo per l’istituzione del bacino interregionale per la mobilità nell’area dello Stretto.

Calabria e Sicilia insieme: l’accordo

Nella riunione svolta ieri presso la sede della Città Metropolitana di Messina si è definito il contenuto del Protocollo di intesa che istituisce l’Area Integrata dello Stretto.
Il bacino unico interregionale consente un sistema di trasporto integrato che facilita la mobilità fra le sponde dello Stretto.

Il Protocollo di intesa sarà nelle prossime settimane approvato dagli enti coinvolti e sottoscritto nella riunione che si terrà il prossimo 7 febbraio a Palazzo Alvaro; sede della Città Metropolitana di Reggio Calabria.

Protocollo d’Intesa, i dettagli

L’applicazione del Protocollo d’intesa renderà possibile, ad esempio, per qualsiasi cittadino muoversi nell’area dello Stretto con un unico biglietto. I sistemi di trasporto delle due città metropolitane potranno essere fra loro coordinati. Consentendo spostamenti più rapidi e facili da una regione all’altra. È prevista l’opzione di coinvolgere il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti; al quale si chiederà di garantire risorse finalizzate in particolare ad incrementare la frequenza dei collegamenti marittimi dello stretto. E a garantire con continuità sostegno economico ai collegamenti aerei dall’Aeroporto dello Stretto verso le principali città italiane. Un organismo costituito dai rappresentanti delle due città metropolitane si occuperà della governance e della gestione del bacino.

L’incontro a Messina

All’incontro di Messina, oltre all’ass. alle Infrastrutture Roberto Musmanno; erano presenti Marco Falcone, assessore ai Trasporti della Regione Siciliana; ed ancora, Francesco Dattola, Capo di Gabinetto della Città Metropolitana di Reggio Calabria; Giuseppe Marino, assessore comunale ai Trasporti di Reggio Calabria; il sindaco di Messina Cateno De Luca e il vicesindaco Salvatore Mondello; presenti anche il dirigente del settore trasporto pubblico locale della Regione Calabria, Giuseppe Pavone; ed inoltre i rappresentanti di Atam e Atm. E infine anche i rappresentanti della Conferenza permanente interregionale per il coordinamento delle politiche dell’Area dello Stretto. L’approvazione del testo del protocollo di intesa costituisce quindi un passaggio fondamentale nel realizzare il bacino interregionale dello Stretto.

Commento di Musmanno

“Chiunque si sposti fra le due sponde dello Stretto si rende conto dell’importanza del risultato conseguito – ha detto l’ass. Musmanno. Il bacino dello Stretto sarà lo strumento attraverso il quale eliminare i disagi dovuti alla mancanza di coordinamento fra i sistemi di trasporto coinvolti: regionale calabrese, siciliano, statale e cittadino. Ritardi e code potranno essere quindi ridotti. Così come le lunghe attese per le coincidenze. Lavoreremo perché gli effetti di questo importante risultato, che getta le basi per un cambiamento radicale nel trasporto pubblico locale fra Calabria e Sicilia, siano presto tradotti in benefici visibili per i viaggiatori”.

Multimag Comments

We love comments
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Your data will be safe! Your e-mail address will not be published. Also other data will not be shared with third person. Required fields marked as *