Scuola, il Consiglio dei Ministri sblocca oltre 58 mila assunzioni

Scuola, il Consiglio dei Ministri sblocca oltre 58 mila assunzioni

di Domenico Crea

Il Consiglio dei Ministri, su proposta del Ministro per la Semplificazione e la Pubblica Amministrazione On. Marianna Madia e secondo quanto illustrato dal titolare dell’Istruzione, dell’università e della ricerca, Sen. Valeria Fedeli, ha approvato, nella Seduta n. 41 del 7 agosto 2017, tre diversi decreti, che autorizzano il MIUR ad attivare le procedure volte ad assumere, a tempo indeterminato, sui posti effettivamente vacanti e disponibili:

259 dirigenti scolastici, 51.773 unità di personale docente, 56 unità di personale educativo e 6.260 unità di personale amministrativo, tecnico e ausiliario (ATA), per l’anno scolastico 2017/2018.

Un somma totale di 58.348 posti a tempo indeterminato, questa la cifra raggiunta grazie ad un faticoso accordo tra Ministero dell’Istruzione e ministero dell’Economia per trasformare 15.100 posti dell’organico di fatto, assegnati ogni anno a supplenti, in altrettanti posti dell’organico di diritto da coprire con docenti di ruolo con contratti a tempo indeterminato.

Ai 15 mila posti «trasformati» si aggiungono 21 mila posti rimasti liberi in seguito ai pensionamenti (il turn over autorizzato dal MEF) e i posti già vacanti e disponibili, circa 16 mila.
Inoltre si apprende ora che i Ministeri interessati hanno autorizzato l’assunzione degli ultimi candidati idonei della graduatoria del concorso per Dirigenti Scolastici del 2011.

L’assunzione può essere attuata anche su base interregionale sul 20% dei posti disponibili nelle varie Regioni.

Commenti

a noi piacciono i commenti
Non ci sono commenti puoi essere tu il primo commenta questo post!

Your data will be safe! Your e-mail address will not be published. Also other data will not be shared with third person. Required fields marked as *