Asp Catanzaro: nessuna epidemia di “clostridium” è in atto

Asp Catanzaro: nessuna epidemia di “clostridium” è in atto

In riferimento alle notizie apparse su alcuni mezzi di informazione, riferite a una presunta epidemia nella Casa Circondariale “Ugo Caridi” di Catanzaro, interviene il Direttore generale dell’ASP di Catanzaro, dott. Giuseppe Perri, che precisa quanto segue:

“L’allarme lanciato dall’associazione Yairaiha Onlus è certamente eccessivo. Nella Casa Circondariale “Ugo Caridi” di Catanzaro non è, infatti, in atto alcuna epidemia. La morte del paziente, per “arresto cardiocircolatorio e shock settico da Clostridium difficile”, avvenuta dopo il ricovero nell’ospedale “Pugliese”, non ha provocato nessuna preoccupazione all’interno della Casa Circondariale, non essendosi verificata tra gli attuali ospiti alcuna condizione clinica che faccia pensare ad una diffusione dell’infezione. Il caso rimane pertanto isolato. Pur tuttavia l’Azienda Sanitaria Provinciale di Catanzaro nel momento in cui è venuta a conoscenza del decesso, ha subito attivato tutte le misure preventive che i casi del genere richiedono, attraverso il nostro Dipartimento di Prevenzione.

L’area sanitaria della Casa Circondariale, comunque, continuerà a vigilare con particolare attenzione, così come ha sempre fatto, per garantire la tutela della salute dei detenuti”.

Multimag Comments

We love comments
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Your data will be safe! Your e-mail address will not be published. Also other data will not be shared with third person. Required fields marked as *