Workshop a Bova Marina: “La nuova frontiera della violenza”

Workshop a Bova Marina: “La nuova frontiera della violenza”

Workshop a Bova Marina. Domani alle ore 15.00, nell’aula magna, dell’IC “Bova Marina – Condofuri” diretto da Irene Mafrici, si terrà un seminario dal titolo “La nuova frontiera della violenza”.

Workshop a Bova Marina

Il workshop “La nuova frontiera della violenza” sarà suddiviso in tre parti. La prima riguarda le conseguenze psicologiche della violenza digitale e sarà illustrata dalla psicologa Rosa Calabrò. la seconda sarà esposta dall’ avv. Pasquale Pizzi e riguarderà il Cyberbullismo: aspetti giuridici e risvolti pratici.
Le conclusioni saranno tenute dal Garante per l’Infanzia e l’Adolescenza Antonio Marziale.
Creare, connettere e condividere il rispetto è un percorso che ha già avuto inizio con l’incontro tra gli alunni delle classi prime della Scuola Secondaria di primo grado e gli esperti della Polizia Postale. Nell’ambito delle iniziative promosse nella settimana del Safer Internet Day 2018 e che si è svolto il 5 aprile scorso.

Conoscere le potenzialità del web

L’obiettivo delle attività di prevenzione e informazione è quello di insegnare ai ragazzi a sfruttare le potenzialità comunicative del web e delle community online senza correre rischi connessi al cyberbullismo, alla violazione della privacy altrui e propria. Ma fanno riferimento anche al caricamento di contenuti inappropriati e alla violazione del copyright. Ed anche all’adozione di comportamenti scorretti o pericolosi per sé o per gli altri. Stimolandoli invece a costruire relazioni positive e significative con i propri coetanei anche nella sfera virtuale. La sensibilizzazione sui temi della sicurezza e dell’uso responsabile della rete è un impegno quotidiano della Polizia Postale e delle Comunicazioni e la collaborazione con il Ministero dell’Istruzione, della Università e della Ricerca è assolutamente determinante.

Prevenzione e Formazione

Iniziative come la giornata mondiale dedicata alla sicurezza in Internet – ormai celebrata in oltre 100 paesi – sono di grande importanza. Infatti aiutano a portare la sicurezza della rete all’attenzione di un grande numero di utenti, soprattutto adulti. Loro sono, nel nostro paese, quelli meno consapevoli dell’importanza di educare i minori ad un uso sicuro e responsabile della rete.

“Prevenzione e formazione sono gli strumenti più efficaci per far sì che i giovani imparino a navigare con prudenza in Internet. La tutela dei minori in rete è un atto di corresponsabilità delle famiglie, della scuola e delle istituzioni. Tutti devono lavorare in sinergia per contrastare i fenomeni legati al cyberbullismo e all’adescamento online. Ma più in generale fermare i pericoli del web, ricordando comunque che internet rappresenta una grande opportunità”. Ha dichiarato infine la dirigente scolastico Irene Mafrici.

Articolo di Enza Cavallaro

Multimag Comments

We love comments
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Your data will be safe! Your e-mail address will not be published. Also other data will not be shared with third person. Required fields marked as *