Svolta riunione pubblica a Sant’Elia

Svolta riunione pubblica a Sant’Elia

Nel tardo pomeriggio di ieri si è svolta una riunione pubblica a Sant’Elia, promossa dall’Associazione “Nuovi Confini” e del Comitato “Tegani – Sant’Elia”.

Svolta riunione pubblica a Sant’Elia: la presentazione di Nuovi Confini

Nel tardo pomeriggio di ieri, con prosieguo a serata inoltrata, presso la Piazzetta di Sant’Elia, l’Associazione “Nuovi Confini” Borgate Sant’Elia – Tegani, nel corso di una partecipatissima riunione pubblica alla quale erano presenti oltre 60 cittadini, si è presentata ufficialmente alla cittadinanza.
Inizialmente si è proceduto ad una breve presentazione dell’Associazione, a cura del presidente Fortunato “Alvin” Tripodi e dei due vicepresidenti Giuseppe Zema e Giuseppe Romeo; nel corso della quale sono state rappresentate le finalità e gli scopi della stessa; oltre ad illustrare alcune delle attività che saranno messe in campo nelle prossime settimane: (almeno) una giornata ecologica; organizzazione e promozione di eventi culturali, musicali, etc per far sì che anche Sant’Elia abbia una programmazione estiva.

Il Comitato Sant’Elia – Tegani fa il punto della situazione

Anche il Comitato Sant’Elia – Tegani, nella persona del suo presidente Totò Perpiglia, ha fatto il punto della situazione sulle prossime iniziative, con uno sguardo a quello che, negli ultimi anni, si è fatto. Si è evidenziato che, in questo momento storico, è iniziata una “partita” sull’area della Borgata Sant’Elia, attorno alla quale gravitano il Porto; l’area industriale ex Liquichimica; oltre che i Laghetti. Il Comitato ritiene che tutte le istituzioni debbano iniziare a giocare attivamente questa partita, senza ulteriori ed inaccettabili rimpalli di responsabilità istituzionale; poiché gran parte del futuro, non solo della Borgata Sant’Elia, ma anche dell’intera Area Grecanica, dipende dal rilancio di quest’area.
Nelle prossime settimane saranno intraprese le iniziative che si riterranno più opportune per sensibilizzare le istituzioni sui temi sopra rappresentati.

Riunione pubblica a Sant’Elia – Parola ai cittadini

Successivamente hanno preso parola i cittadini presenti, i quali hanno segnalato varie problematiche. Su tutte, la mancanza d’acqua che affligge la borgata Sant’Elia da alcuni mesi. E che, nelle ultime 4 settimane si è acuita e sta affliggendo i cittadini, che sono oltremodo esasperati. La cittadinanza stessa, non più disposta a tollerare ulteriormente la grave situazione di mancanza d’acqua per uso domestico, ha già iniziato a promuovere una raccolta firme per denunciare alle attività competenti l’interruzione di pubblico servizio. Dalla riunione è emersa anche la volontà di organizzare a breve una manifestazione di protesta, qualora la vicenda dell’erogazione dell’acqua non sia risolta positivamente a stretto giro di posta.

Altri problemi

La cittadinanza, poi, ha segnalato ulteriori problematiche: la sporcizia e l’incuria in cui versa la borgata, con sterpaglie; erbaccia e vegetazione varia che infesta gran parte del paese; anche e soprattutto lungo i margini della Via Nazionale e delle altre vie del paese. In tanti si sono lamentati per la mancanza di opere di disinfestazione che, oramai da anni, non sono eseguite in paese. E che causano la presenza di vari insetti, di ogni genere e tipo.
È stata, altresì, segnalata, grave preoccupazione per l’odore di fogna che si percepisce passando dal torrente Sant’Elia; laddove scarica l’impianto di depurazione del Comune di Melito di Porto Salvo (Reggio C.).

Ulteriori criticità

La cittadinanza ha manifestato indignazione per la mancanza di accesso alla spiaggia di Sant’Elia, segnalando anche le condizioni in cui versa l’area del campetto; oltre che il campetto stesso, dove c’è un palo pericolante.
Problemi molto sentite sono quelle inerenti la pulizia della fiumara Sant’Elia; oltre che quella relativa alla definitiva attribuzione della competenza istituzionale degli svincoli che portano al Porto di Sant’Elia.

L’Ass. ed il Comitato si faranno portatori delle istanze e delle segnalazioni affidate dalla cittadinanza. Ed a breve metteranno in campo, assieme a quanti vorranno prenderne parte, tutte le iniziative che si riterranno più efficaci.