Stilo accoglie i Borghi più belli di Calabria

Stilo accoglie i Borghi più belli di Calabria

I Borghi più belli di Calabria si incontrano a Stilo, borgo in provincia di Reggio Calabria.

Si terrá oggi, venerdí 17 novembre alle 17, la riunione dell’Assemblea regionale dell’associazione dei “Borghi più beli di Calabria”. La sala consiliare del Comune di Stilo accoglierá questo importante appuntamento.

Borghi più belli di Calabria

 A darne notizia è Bruno Cortese, presidente Borghi piú belli di Calabria. Vari i punti all’ordine del giorno della prima assemblea per il neo costituito organismo regionale. “Dopo il consueto spazio dedicato alle comunicazioni del presidente, all’ordine del giorno ci sará la realizzazione di un portale internet, di brochure raffiguranti i nostri borghi e la creazione di pacchetti turistici con Borghi Italia Tour Network. Nel corso dell’incontro verranno poste al vaglio dell’assemblea anche alcune domande di ammissione di altri borghi calabresi alla nostra associazione nazionale. Verranno poi illustrati i contenuti del progetto Preserve. Ultimo punto, ma non certo per importanza, si formalizzerà una richiesta di incontro al Presidente della giunta regionale così da definire al più presto il ruolo dell’associazione e soprattutto la sinergia con l’Ente regionale”.

La creazione di questa associazione rappresenta un altro passo importante verso il riconoscimento del ruolo ricoperto nel tempo dai borghi di Calabria. Con lo spopolamento delle aree interne si é data negli anni sempre meno importanza ai borghi interni, ricchi di storia e di bellezze architettoniche e paesaggistiche non indifferenti. “Con la nascita di questa nuova realtà associativa possiamo dire di avere superato l’anno zero,” continua il presidente Cortese. “Ci proiettiamo verso un risultato sino ad ora realmente mai raggiunto. Quello di una sinergia tra i borghi calabresi di eccellenza sino ad oggi rimasta solo sulla carta. La prima e vera sfida – conclude Cortese – sarà quella di un cambio di rotta. Lo si puó fare attraverso l’acquisizione di una nuova cultura associativa che riesca ad andare oltre i localismi ed i campanili”.

Multimag Comments

We love comments
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Your data will be safe! Your e-mail address will not be published. Also other data will not be shared with third person. Required fields marked as *