Proficuo incontro a Melito di Porto Salvo sul Tiberio Evoli

Proficuo incontro a Melito di Porto Salvo sul Tiberio Evoli

incontro-melito-sindaci

incontro-melito-sindaci

Presso l’ospedale “Tiberio Evoli” si è tenuta una riunione per discutere del futuro della struttura ospedaliera che sta a cuore a tutto il territorio.

All’incontro hanno preso parte i vari sindaci dei comuni dell’area grecanica: Paolo Laganà (Motta San Giovanni), Santo Casile (Bova), Pasquale Sapone (San Lorenzo), Agostino Zavettieri (Roghudi), Sandro Autellitano (Palizzi), Antonio Domenico Principato (Staiti), Giulia Naimo (vicesindaco Condofuri) e la dottoressa Rosanna Penestrì, uno dei tre commissari del comune di Melito Porto Salvo.

Durante l’incontro si è ribadito l’agire comune per il prossimo futuro per difendere il diritto alla salute garantito dalla Costituzione.

Molta attenzione si è posta sulla relazione del direttore sanitario del nosocomio melitese Franco Zimmitti che ha informato i presenti su tutti i dati della struttura ospedaliera, reparto per reparto, affermando che si è registrato un netto aumento, almeno del 10%, delle attività rispetto al passato.

I dati importanti parlano del superamento nei primi 4 mesi dell’anno dei 60 mila contatti complessivi richiesti dalla legge per consentire ad una struttura come Melito di operare in regime di risparmio, senza sperperi.

Altro intervento importante è stato quello di Tito Squillace, il quale ha sottolineato come la paventata chiusura dell’OBI Pediatria creerà seri rischi ai minori che sono quei pazienti per i quali l’intervento tempestivo è necessario, soprattutto nei neonati. In tal caso i sindaci hanno dichiarato che sono disposti a rivolgersi anche al Tribunale Europeo per difendere questo reparto.

Multimag Comments

We love comments
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Your data will be safe! Your e-mail address will not be published. Also other data will not be shared with third person. Required fields marked as *